Macfrut “va” in India

L’India è il secondo produttore al mondo di frutta e verdura, ma solo il 2% del prodotto viene trasformato. Di qui la necessità di aumentare le strutture e le attrezzature di lavorazione

L’India è il secondo produttore al mondo di frutta e verdura, ma solo il 2% del prodotto viene trasformato. Di qui la necessità di aumentare le strutture e le attrezzature di lavorazione. Una risposta a tale necessità verrà anche dalla trasferta che MACFRUT effettuerà dall’8 al 10 dicembre a Nuova Delhi, per partecipare a EIMA AgriMach India 2011. La trasferta è stata preparata con varie “tappe”, recependo le indicazioni che sono venute sia dalle imprese italiane del settore.

Consultate anche le aziende indiane, che hanno partecipato alle ultime edizioni di Macfrut. «Una delle mission di Macfrut è creare le condizioni per incrementare la capacità di internazionalizzazione delle nostre imprese. E in questo siamo stati lungimiranti, alla luce del fatto che l’ICE non supporta più le aziende all’estero. Nello specifico dell’India, abbiamo intrapreso da tempo un percorso articolato –sostiene Domenico Scarpellini, Presidente di Macfrut- incontrando le istituzioni indiane. Addirittura l’Ambasciatore in Italia, Shri Debabrata Saha, è venuto in visita ufficiale per analizzare le nostre strutture fieristiche ed organizzative. Inoltre, abbiamo stretto una join venture con Unacoma, assumendoci, in occasione della rassegna di Nuova Delhi, il compito di coordinare il comparto dell’ortofrutticoltura. In questo un prezioso apporto è venuto dalla Regione Emilia Romagna e dall’Assessore Muzzarelli».

AgriMach è la rassegna che si rivolge ad una parte importante dell’estremo oriente, e soprattutto all’India, dove esistono oltre 100 milioni di consumatori con capacità di spesa “europea” e circa 200 – 300 milioni di mercato “intermedio”. Va detto che la richiesta di attrezzature e macchinari è diffusa anche negli altri comparti dell’agricoltura del Paese del Gange. Il mercato indiano delle macchine agricole ha avuto un fatturato totale di 2,8 miliardi di dollari nel 2010, pari a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) dell’ 8,6% per il periodo 2006-2010, tasso che nel prossimo quinquennio rallenterà al +6,9%, portando tale mercato sui 4 miliardi (fine del 2015).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La trasferta ad EIMA AgriMach, guidata e coordinata dall’Ufficio Estero di Macfrut, avviene con l’usuale partecipazione di imprese espositrici che porteranno in India il know how italiano del comparto ortofrutticolo, trattandosi di imprese ai vertici dei loro specifici “campi” (Unitec, Consorzio Cermac, TR Turoni, CM), inoltre, amplierà ed approfondirà scambi e contatti con imprese ed istituzioni indiane per una maggiore presenza all’edizione di Macfrut 2012 (Cesena 26-28 settembre).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento