La sua attività celebra il 50esimo: riconoscimento a sorpresa per lo storico imprenditore

Il presidente di Confartigianato Stefano Ruffilli, il segretario Stefano Bernacci e il responsabile di delegazione Cesenatico Mauro Moschini hanno consegnato una targa celebrativa

Nella foto da sinistra Stefano Bernacci, Stefano Ruffilli, Lucio Sacchetti, Mauro Moschini e Alan Sacchetti

Una targa al valore artigiano per Lucio Sacchetti, 72 anni, affermato imprenditore artigiano di Cesenatico, titolare dell’impresa che porta il suo nome, specializzato nel settore della plastica per edilizia, nell’installazione di impianti di scarico civili e industriali e nella realizzazione di impianti aspirapolvere centralizzato. Quest’anno ha celebrato il 50esimo di attività e il presidente di Confartigianato Stefano Ruffilli, il segretario Stefano Bernacci e il responsabile di delegazione Cesenatico Mauro Moschini lunedì mattina gli hanno consegnato una targa per festeggiare l’ambito traguardo, facendogli una sorpresa in laboratorio in via del Lavoro.

L’evento, infatti, non era stato annunciato all’interessato e ne erano a conoscenza solo i figli, che lo affiancano in azienda con altri quattro collaboratori, i quali  hanno partecipato alla familiare, informale, cerimonia. "Aprimmo nel 1970 in centro a Cesenatico, in vicolo della Torre - ha rievocato Sacchetti - poi ci trasferimmo nella zona artigianale di Villamarina, di cui fui uno dei promotori. In mezzo secolo abbiamo fatto tanta strada, sempre un passo alla volta e sono felice sia assicurato il ricambio generazionale. L’anno della pandemia è stato molto duro, ma l’azienda ha continuato ad operare senza cali di fatturato e il lavoro non manca. Sono più dispiaciuto per miei ragazzini del Bakia”.

Sacchetti, da tanti anni, è infatti presidente della società calcistica di Cesenatico, una delle realtà più rappresentative del calcio minore locale, attorno alla quale ruotano oltre trecento giovani praticanti, la cui attività è stata bloccata o comunque fortemente ridimensionata dalla pandemia. "Lucio Sacchetti è stato per più mandati presidente di Confartigianato di Cesenatico – hanno sottolineato il presidente Ruffili e il segretario Bernacci – e si è sempre speso per l’associazione con grande senso di appartenenza, ed è un’istituzione di Cesenatico per la sua attività a favore dell’associazionismo sportivo e in generale per la sua propensione ai rapporti e alle relazioni in tutti gli ambiti sociali. Una persona conosciuta e apprezzata da tutti. Siamo felici che il figlio Alan, attuale presidente di Confartigianato di Cesenatico, ne ripercorra la strada imprenditoriale e associativa. L’impresa ‘Sacchetti Lucio’, giunta al mezzo secolo di storia solida e sempre pronta a innovarsi e crescere, è un vanto di tutto il territorio e il prototipo della piccola impresa che crea valore artigiano”.

Nella foto da sinistra Stefano Bernacci, Stefano Ruffilli, Lucio Sacchetti, Mauro Moschini e Alan Sacchetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento