Luca Collini nuovo presidente della Fiepet-Confesercenti Cesenate

Luca Collini, 30 anni, titolare di Pappa Reale, (l’innovativo pubblico esercizio nato all’angolo tra via Fra’ Michelino e Piazza del Popolo, a Cesena) è il nuovo presidente della Fiepet-Confesercenti Cesenate

Luca Collini, 30 anni, titolare di Pappa Reale, (l’innovativo pubblico esercizio nato all’angolo tra via Fra’ Michelino e Piazza del Popolo, a Cesena) è il nuovo presidente della Fiepet-Confesercenti Cesenate, eletto dalla Assemblea Comprensoriale di baristi e ristoratori, svoltasi lunedì nella Confesercenti di Cesena. Luca Collini prende il posto di Daniela Battistini, titolare del Caffeina, di Cesena, che ora svolge, nell’area del suo lavoro, consulenze professionali sui pubblici esercizi all’estero.

Durante l’Assemblea elettiva della Fiepet-Confesercenti Cesenate, alla quale era presente anche il direttore della Confesercenti Cesenate, Graziano Gozi, si sono affrontati i temi e le problematiche della categoria dei Pubblici Esercizi e discusso sulle tante esperienze di formazione svolte in questi anni dalla Fiepet-Confesercenti, sulle prestigiose iniziative locali e internazionali, sulla difficile situazione economica e dei prezzi e sulle attività da intraprendere per valorizzare e tutelare il lavoro di chi opera in questo particolare settore.

Nello specifico è stata presentata una rilevazione sulla introduzione della nuova tassa sui rifiuti (Tares) che desta molta preoccupazione tra gli operatori, per gli aspetti non ancora chiariti sugli eventuali aumenti di tariffa che si andrebbero ad aggiungere ai costi già onerosi di questo servizio e agli altri pesanti costi di gestione. Il calcolo compiuto dall’Area Ambiente Confesercenti ha individuato un aumento del costo del 7,74%. “Un aumento già di per sé elevato – ha commentato l’Assemblea Fiepet – e quindi non è certo auspicabile che ci possa essere un ulteriore aggravio da un aumento della tariffa di igiene”.

L’Assemblea ha poi sviscerato le problematiche inerenti gli altri aumenti dei costi di gestione, dagli affitti degli immobili ai rifornimenti di energia fino all’annoso problema della tassa di occupazione del suolo pubblico, che pesa non poco sui bilanci delle attività e verso la quale sono state fatte dalle Fiepet – anche in passato - azioni di contrasto verso l’amministrazione pubblica. “L’aumento continuo di tutti questi costi – ha rilevato l’Assemblea – motiverebbe appieno l’eventuale aumento dei prezzi alla clientela sia da parte dei bar sia dai ristoranti. È solo per la consapevolezza e il rispetto delle gravi problematiche che le famiglie si trovano ad affrontare in questi tempi di crisi che gli operatori non compiono aumenti che sarebbero invece più che giustificati”.

L’assemblea ha posto l’accento anche sui rapporti con la formazione, sempre più necessaria per migliorare la competitività sul mercato, e sui rapporti con le scuole alberghiere che formano il personale addetto alla ristorazione. Gli operatori di Cesena, in particolare quelli del centro storico, hanno rilevato le forti criticità dovute alla carenza di parcheggi e alla introduzione di Icarus. A questo proposito è stata lanciata la proposta di verificare con il Comune la possibilità di abbassare le tariffe dei parcheggi e anticipare alle 17,30 la sosta libera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi giorni ci saranno nuovi incontri per mettere a fuoco nuove iniziative e nuove azioni da intraprendere. “La situazione particolare della economia – commenta Luca Collini, nuovo presidente della Fiepet-Confesercenti Cesenate – e la crisi che ha investito anche il settore dei bar e ristoranti, impongono che tra le nostre priorità ci sia un’azione che porti a valorizzare il nostro lavoro con iniziative innovative e la creazione di un rinnovato rapporto con i nostri interlocutori, a cominciare dall’amministrazione pubblica, per rivedere ed alleggerire tariffe e burocrazia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento