Legge di bilancio, Cna incontra gli imprenditori: "Aspetti positivi e punti critici"

Oltre 150 presenze, all’incontro promosso da Cna per presentare il contenuto della Legge di Bilancio ad imprenditori e cittadini

Un incontro promosso da Cna con imprenditori e cittadini per discutere della Legge di Bilancio. Nel suo intervento introduttivo, il presidente provinciale di Cna Forlì-Cesena Lorenzo Zanotti ha prima di tutto informato sulle novità relative alla E45, precisando che “il presidio che CNA ha costantemente tenuto sulla vicenda, porterà a risultati tangibili quali i risarcimenti parziali per disagi subiti dalle imprese e la riapertura del tratto al traffico leggero”.

In merito al tema della serata, Zanotti ha sottolineato “il lungo travaglio che ha caratterizzato l’approvazione della legge soggetta ad aggiustamenti in linea con il mutato quadro economico generale. Tra le componenti positive per le imprese voglio citare l’incremento dal 20 al 40% della deducibilità IMU sugli immobili strumentali, la proroga delle detrazioni fiscali per l’efficientamento energetico, la riduzione, dopo anni di richieste, del 30% delle tariffe Inail, la proroga per 15 anni delle concessioni demaniali marittime, l’innalzamento della soglia da 40.000 a 150.000 per l’affidamento diretto negli appalti pubblici e l’abrogazione del Sistri. Segnali di preoccupazione arrivano, invece, dallo sblocco dell’aumento dei tributi locali che potrebbe essere utilizzato per sanare i bilanci pubblici degli enti locali. Da ultimo, reddito e pensione di cittadinanza, che impegnano oltre 23 miliardi di euro nel triennio 2019-2021, togliendoli agli investimenti ed alle politiche di sostegno alla crescita”.

È seguito l’intervento di Marco Roncoroni, responsabile del Servizio Paghe di CNA Forlì-Cesena, che ha trattato la materia del lavoro, presentando tra le principali novità il bonus sulle assunzioni delle giovani eccellenze per il 2019, la proroga del credito d’imposta per le spese in formazione 4.0, tutta la partita della revisione del sistema previdenziale, con il pensionamento anticipato e gli incentivi per l’assunzione di disoccupati, le nuove previsioni per il congedo di maternità e l’incremento del 20% sulle sanzioni derivanti da lavoro irregolare.

Maurizio Zoli, responsabile del Servizio Fiscale di CNA Forlì-Cesena, ha toccato le più importanti poste del rapporto fisco/imprese, citando l’estensione del regime forfettario al 15% per ricavi fino a 65.000 euro, la disciplina del riporto delle perdite nel regime per cassa, la proroga e rimodulazione della disciplina dell’iper-ammortamento, la proroga della disciplina per il credito di imposta in ricerca e sviluppo, il rifinanziamento della nuova Sabatini, la riassegnazione di risorse ai confidi e i voucher per l’acquisto di consulenza manageriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento