rotate-mobile
Economia

Lavoro in provincia, le imprese prevedono 9430 ingressi in 3 mesi: under 30 nel 26% dei casi

L’indagine rileva 2.890 entrate previste nel mese di marzo e 9.430 nel trimestre marzo-maggio 2022, con una variazione sull’analogo periodo del 2021 di +2.630 entrate previste (+860 per il singolo mese di marzo)

Le previsioni occupazionali: per il trimestre marzo-maggio 2022 le imprese hanno programmato complessivamente 20.560 nuovi ingressi nelle province di Forlì-Cesena e Rimini, di cui 5.690 nel mese di marzo. È disponibile la pubblicazione annuale Excelsior “Analisi della domanda di competenze digitali nel 2021” che offre una panoramica sulle dinamiche della trasformazione digitale del comparto produttivo (industria e servizi) italiano e della richiesta di professionalità con competenze digitali.

I risultati dell’indagine per la provincia di Forlì-Cesena

L’indagine rileva 2.890 entrate previste nel mese di marzo e 9.430 nel trimestre marzo-maggio 2022, con una variazione sull’analogo periodo del 2021 di +2.630 entrate previste (+860 per il singolo mese di marzo). I contratti previsti per le entrate nel mese di marzo riguardano per l’80% lavoratori dipendenti (tempo determinato, indeterminato, apprendisti, altri alle dipendenze) con 4 punti percentuali in meno rispetto al periodo precedente, il restante 20% sono lavoratori con forme contrattuali diverse (collaboratori, in somministrazione, altri non alle dipendenze).

Le entrate programmate nei primi 5 settori di attività, nel mese di marzo e nel trimestre fino a maggio 2022, ammontano rispettivamente a: 460 e 2.280 per servizi di alloggio e ristorazione e servizi turistici (in crescita rispetto a febbraio); 450 e 1.530 per il commercio (in crescita); 370 e 1.220 per i servizi alle persone (in aumento); 210 e 630 per i servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone (stabili); 200 e 520 per le costruzioni (fermi).

Le previsioni di assunzioni per i giovani con meno di 30 anni riguardano il 26% dei casi (stazionari rispetto al mese precedente), mentre il 12% delle entrate previste è destinato a personale laureato (invariato). Il 17% delle assunzioni programmate riguarda dirigenti, specialisti e tecnici (+1%; la media nazionale è del 21%, in calo di 2 punti percentuali).

In provincia, nel mese di marzo, per le imprese intervistate sono altissime le difficoltà a trovare i profili desiderati, previste in ben 47 casi su 100 (+3 punti), nelle aree della logistica per la maggiore parte (59,1%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro in provincia, le imprese prevedono 9430 ingressi in 3 mesi: under 30 nel 26% dei casi

CesenaToday è in caricamento