menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro e redditi bassi, la Cisl: "Imprese e istituzioni agiscano finché si è in tempo"

Filippo Pieri, segretario generale Cisl Romagna, commenta così il "borsino delle professioni" reso noto nei giorni scorsi dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Rimini

"I nostri territori hanno un'economia fondata su imprese a basso valore aggiunto e, conseguentemente, professionalità e redditi bassi. Occorre che le imprese e le istituzioni agiscano finché si è in tempo". Filippo Pieri, segretario generale Cisl Romagna, commenta così il "borsino delle professioni" reso noto nei giorni scorsi dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Rimini, anticipando la redazione del dossier “I redditi 2017 in Romagna”, che nei prossimi giorni sarà presentata in occasione di un incontro e poi diffusa agli organi d’informazione, dando seguito a quello del 2016.

Secondo la Camera di Commercio, sarebbero 12.410 le nuove assunzioni che le imprese di Forlì-Cesena e Rimini farebbero entro la fine dell'anno, ponendo Forlì-Cesena come quarta provincia in regione per numero di assunzioni, mentre Rimini ultima. I settori merceologici in cui sono previste le entrate sono quelli chimico, farmaceutico, trasporti, logistica e turistico, mentre le figure professionali maggiormente richieste sono addetti commerciali, alberghieri e di ristorazione. Permangono, invece, difficoltà nel reperire lavoratori specializzati in informatica, ingegneria, nella progettazione e conduzione dell'impiantistica. Altra nota critica riguarda la bassa ricerca di laureati da parte delle imprese, mediamente l'11%, e di alti profili, all'incirca il 16%, contro un dato nazionale del 22%.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento