Lavoro, a Forlì-Cesena previsti a febbraio 2.450 ingressi: ecco cosa cercano le aziende

Il manifatturiero, in senso stretto, non appare tra i primi 5 settori delle assunzioni del periodo

La previsione di entrate professionali nel territorio di Forlì-Cesena e Rimini, rilevata prima delle misure straordinarie per il contrasto della diffusione del COVID-19 (cosiddetto “Coronavirus”), vale un totale di 19.040 unità nel primo trimestre del 2020, con rispettivamente il 17% e 13% di imprese che intendono attivare contratti, percentuale in lieve crescita rispetto al periodo precedente.

Gli ingressi previsti nel mese di febbraio ammontano a 2.450 unità a Forlì-Cesena e 1.930 a Rimini per un totale di 4.380 unità, oltre il 16% sulle previsioni regionali (26.600 in calo). A loro volta, gli ingressi previsti a livello emiliano-romagnolo rappresentano l’8,3% del dato italiano (320.000 unità, anche queste in calo rispetto a gennaio) e sono distribuiti in prevalenza tra i settori dei Servizi (73% a Rimini e 64% a Forlì-Cesena) in proporzione sempre più intensa.

Nello specifico i Servizi turistici prevalgono a Rimini seguiti dal Commercio (560 e 280 unità) e viceversa si verifica ancora per il territorio di Forlì-Cesena (con 460 e 430 ingressi); per entrambe le province al terzo e quarto posto appaiono per ingressi previsti i Servizi alle Persone e le Costruzioni (rispettivamente 190, 180 nel riminese e 200, 180 nel forlivese-cesenate); al quinto posto sono a Forlì-Cesena i Servizi di trasporto, logistica e magazzinaggio (160 unità), a Rimini i Servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone (170).

Il Manifatturiero, in senso stretto, non appare tra i primi 5 settori delle assunzioni del periodo. Difficoltà di reperimento delle figure desiderate permangono per le imprese: in media in un caso su tre/quattro. Molto elevate, circa il 70% dei casi, per l’ambito metalmeccanico (Forlì-Cesena) ma anche per i tecnici delle vendite-marketing e distribuzione (Rimini).

L'indagine, quindi, conferma la concreta e consolidata difficoltà delle imprese a trovare i profili necessari a soddisfare le loro specifiche esigenze. Elevata la percentuale di richiesta di profili high skills (20% nella provincia di Rimini e 14% in quella di Forlì-Cesena) e di laureati ( 13% in provincia di Rimini e ben 17% a Forlì-Cesena).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento