rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia

La ricetta del Comune per le imprese: meno tasse e burocrazia, più investimenti

"Contenimento della pressione fiscale a carico delle aziende, netta riduzione dei tempi della burocrazia, un piano straordinario di investimenti per contribuire al rilancio dell'economia locale". Sono questi i tre punti fondamentali su cui l'Amministrazione comunale fa leva

“Contenimento della pressione fiscale a carico delle aziende, netta riduzione dei tempi della burocrazia, un piano straordinario di investimenti per contribuire al rilancio dell’economia locale. Sono questi i tre punti fondamentali  su cui l’Amministrazione comunale fa leva per tradurre in pratica il suo impegno creare a  Cesena un migliore ambiente per fare impresa”: è quanto annuncia una nota del Comune di Cesena che introduce una lettera che il sindaco Paolo Lucchi ha scritto alle associazioni di categoria.
 

“I risultati cominciano a vedersi -  sostengono il Sindaco Paolo Lucchi e gli Assessori Orazio Moretti e Maura Miserocchi in una lettera inviata oggi alle Associazioni  dell’Artigianato e, per conoscenza anche alle altre Associazioni d’impresa cittadine -. Sul fronte della tassazione, il carico fiscale delle aziende cesenati risulta già più basso rispetto alla maggior parte degli altri Comuni della Provincia, e per il 2015 registra la diminuzione dell’aliquota Imu per i fabbricati strumentali inserita nel bilancio comunale”.
 

“La semplificazione burocratica ha permesso di sforbiciare di più della metà i tempi di rilascio dei permessi di costruire (nel 2008 ci volevano 290 giorni, oggi sono 132) e di mantenere alta anche in questo periodo di crisi, la mole di attività del Settore Edilizia Privata, segnando anche – secondo la lettura fornita dagli Amministratori – una progressiva riconversione dell’attività edilizia verso il recupero e la rigenerazione”.
 

Infine, con  il varo di un programma di investimenti del valore di 18 milioni e 700mila euro, il Comune di Cesena si appresta non solo a dare risposte alle esigenze della città (e del resto, molte delle opere inserite sono state individuate con il concorso diretto dei cesenati), ma anche a dare impulso all’economia del territorio, se è vero che negli ultimi anni le imprese cesenati e romagnole si sono aggiudicate la massima parte (circa il 90%) dei lavori appaltati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetta del Comune per le imprese: meno tasse e burocrazia, più investimenti

CesenaToday è in caricamento