La Ged è in grave difficoltà, il sindaco: "Favorirò un confronto tra azienda e sindacati"

"Si tratta di un ulteriore segnale di difficoltà di un settore, quello dell’edilizia, duramente martoriato in questi anni, non solo a Cesena ma in tutt’Italia, dalle difficoltà connesse con la crisi economica"

"Ho letto con preoccupazione la nota con la quale le Rsu dell’azienda Ged, unitamente alle lavoratrici ed ai lavoratori, hanno segnalato la situazione di grave difficoltà nella quale si trovano, anche a causa delle insicurezze maturate relativamente alle loro stesse retribuzioni. Si tratta di un ulteriore segnale di difficoltà di un settore, quello dell’edilizia, duramente martoriato in questi anni, non solo a Cesena ma in tutt’Italia, dalle difficoltà connesse con la crisi economica, con quelle bancarie, con un oggettivo blocco, soprattutto recente, di molte delle opere pubbliche previste". A parlare è il sindaco di Cesena Paolo Lucchi che interviene così sul momento di difficoltà che sta vivendo l'azienda Ged.

"Non vi é dubbio che Ged sia un’azienda storica del nostro territorio, alla quale va dedicata grande attenzione da tutti, a partire dalle Istituzioni naturalmente, non solo per questo ma soprattutto per il rispetto che si deve ai 65 lavoratori ed alle loro famiglie. Per questo già nelle prossime ore invierò una convocazione formale rivolta sia al gruppo dirigente di Ged che ai rappresentanti di Feneal e Uilm UIL, Filca e Fim CISL, Fillea e Fiom CGIL, allo scopo di favorire un confronto tra le parti e di garantire così tutti gli elementi di supporto informativo possibili alle lavoratrici ed i lavoratori" ha concluso il primo cittadino cesenate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento