Economia

La filiera dell'edilizia cesenate alla conquista del mondo

Cina, Dubai, America del Sud, Bosnia, Russia: la filiera dell'edilizia cesenate, fulcro di una rete d'impresa attorno a cui si sono aggregate aziende da altre regioni d'Italia dalla Puglia al Veneto, parte alla conquista del mondo

Cina, Dubai, America del Sud, Bosnia, Russia: la filiera dell'edilizia cesenate, fulcro di una rete d'impresa attorno a cui si sono aggregate aziende da altre regioni d'Italia dalla Puglia al Veneto, parte alla conquista del mondo. Dove ha già stretto una serie di contatti prodromo di imminenti commesse. E' stata formalizzata la nascita di BelliGroupItalia, fondata dall'architetto cesenate Maurizio Belli, rete d'impresa sostenuta e assistita da Confartigianato cesenate, che fornisce i supporti necessari a tutti i livelli e che ha collaborato attivamente alla sua creazione.

“Vi aderiscono per ora 25 aziende della filiera dell'edilizia. Il grosso è del Cesenate (fra questi l'impresa edile di Guido Aldini) – mette in luce Belli – ma la dimensione del nostro gruppo è nazionale, dove per la innovazione di questa rete d'impresa Belli Group Italia è all'avanguardia. L'ambito delle realizzazioni è a vasto spettro: si va dalla progettazione alle ditte costruttrici sino a quelle che operano nell'arredamento, attraverso tutta la variegata gamma dei settori dell'indotto: la crisi aguzza l'ingegno e ci siamo resi conto che di fronte alla difficoltà annoso del mercato nel settore dell'edilizia occorre attrezzarsi giocando di squadra facendo leva sulla nostra grande forza: il made in Italy. Lo scopo della nostra rete è quello di presentarci nei mercati internazionali dove siamo in grado di fornire, attraverso la cooperazione delle imprese socie, un prodotto chiavi in mano dal primo mattone fino all'arredo in tutte le sue sfaccettature”.

“Confartigianato sta puntando molto sulle reti d'impresa - rimarca Giampiero Placuzzi, vicesegretario dell'associazione -: è nata CoNeng nel settore meccanico e ora Belli Group Italia è un esempio calzante di come l'unione possa fare la forza offrendo un modello di protaganismo aziendale che può ambire a conquistare i mercati internazionali. Si tratat di una strada innovativa, che punta sull'eccellenza del made in Italy che noi auspichiamo si possa estendere con altre reti in altri settori d'impresa”.

“Stiamo stringendo numerosi contatti e siamo vicini a definire le prime commesse – dice l'architetto Belli che oggi parte per la Cina con la mission di approfondire nuove relazioni per le commesse _. I nostri imprenditori aderenti hanno avuto contatti in Messico, Costa d'Avorio e in altre parti del mondo per la realizzazioni di lotti e complessi edili o altri interventi. Noi ci siamo strutturati per l'assistenza e la guida dei cantieri utilizzando maestranze locali e  per qualsiasi tipo di intervento, settoriale da parte di ditte singole, oppure più ampio sino a quello chiavi in mano attraverso la collaborazione e l'interazione di più imprese della rete. All'estero il Made in Italy anche nel settore dell'edilizia è sinonimo di efficienza, qualità, affidabilità e soprattutto gusto, e grazie al nostro brand possiamo ambire a conquistare praterie di mercati”.

Le imprese aderenti a BelliGroupItalia sono Duci-Socci associati studio professionale Cesena, Enser srl Faenza, Maurizio Belli architetto Cesena, Nicola Scoccimarro Forlì, Riccardo Linares architetto Cesena, Riccardo Ballani architetto Cesena, Aldini sas Cesena, Greenpark srl Brescia, Idrosfera Rimini, Optima Lombardia, Proel Veneto, Rdr Cesena, Technogreen Cesena, Adria System Forlì, B-forms Treviso, Casali A.V. Cesenatico, Eurolampart Firenze, Fa.Ce, Gianluca Donati, Le Classique Bari, Marmi Due Verona, Tecnocomponenti, Venerom srl Forlì, Vetrofuso di Daniela Poletti Cesena, Contemporanea Tecnologie C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La filiera dell'edilizia cesenate alla conquista del mondo
CesenaToday è in caricamento