La Fiap gioca la carta della conciliazione

FIAP e ADRCOM sottoscrivono una convenzione per diffondere la cultura della conciliazione obbligatoria e facoltativa. L'Istituto della Conciliazione obbligatoria è stato introdotto con il Decreto Legislativo 28/2010

FIAP e ADRCOM sottoscrivono una convenzione per diffondere la cultura della conciliazione obbligatoria e facoltativa. L'Istituto della Conciliazione obbligatoria è stato introdotto con il Decreto Legislativo 28/2010. Il D.Lgs prevede due tipi di mediazione: Obbligatoria prima di introdurre una causa innanzi al Giudice competente oppure facoltativa.

 

La conciliazione obbligatoria, in particolare è prevista, tra le altre materie, nelle cause relative a: affitto di aziende -  risarcimento del danno derivante dalla circolazione dei veicoli e dei natanti - contratti assicurativi e bancari - diritti reali - locazione e comodato. Tutte materie che risultano essere di particolare interesse per le imprese di autotrasporto. Ed è proprio per venire incontro alle esigenze delle proprie aziende associate che FIAP ha ritenuto importante sottoscrivere con un primario e riconosciuto organismo di mediazione e arbitrato una convenzione che consentisse loro di usufruire di questo servizio alle migliori condizioni possibili.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' altresì importante sottolineare che la conciliazione prevede,  a favore delle parti,  un credito d'imposta fino a € 500,00 nel caso di successo della mediazione e fino a € 250,00 in caso di mancato accordo. Un accorgimento, questo, che è stato introdotto proprio per favorire l'utilizzo di questo innovativo strumento di composizione delle liti. Infine si sottolinea che l'istituto della conciliazione ha un grande vantaggio rispetto al giudice civile, i tempi  di durata massima della mediazione sono certi e definiti essendo stato previsto un tempo massimo di 4 mesi. Una durata impensabile, come è facilmente comprensibile,  per le normali controversie giudiziali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento