Martedì, 16 Luglio 2024
Economia

Imprese turistiche e artigianato di qualità: oltre 500 mila euro per riqualificare

Il Gal L’Altra Romagna ha attivato un bando per la qualificazione delle microimprese artigianali e commerciali, finalizzato al finanziamento di progetti per la creazione di una rete di servizi turistici

Il Gal L’Altra Romagna ha attivato un bando per la qualificazione delle microimprese artigianali e commerciali,  finalizzato al finanziamento di progetti  per la creazione di una rete di servizi turistici, la qualificazione dell’offerta e per la promozione del territorio rurale. Al bando, che scade il 15 ottobre, possono fare domanda microimprese in forma singola, o associata,  cooperative, o consorzi o ATI tra le stesse imprese. La disponibilità finanziaria assegnata al bando è di 548.107 euro.

Obiettivi concreti sono la realizzazione di interventi per migliorare la fruizione integrata delle risorse locali e la promozione di nuova imprenditorialità e di nuova occupazione nei settori legati al turismo rurale e all’artigianato tradizionale e di qualità. Saranno ammessi a finanziamento progetti di aggregazione e integrazione per la creazione di reti commerciali, progetti per la qualificazione dell’offerta e per l’accesso al mercato  con l’obiettivo di rafforzare nei territori rurali un’ imprenditoria qualificata e attrezzata sul fronte sia dell’artigianato tipico che del turismo.

Sono previste 2 distinte graduatorie, una per le attività artigianali e l’altra per imprese che gestiscono attività e servizi di interesse turistico (b&b, locande, campeggi) e di fruizione ambientale e culturale del territorio (ad esempio attività escursionistiche, di accompagnamento turistico). In generale verranno privilegiati progetti di natura multisettoriale e la creazione di reti tra operatori.

A titolo di esemplificazione si elencano alcuni tipi d’intervento finanziabili, finalizzati alla qualificazione dell’artigianato: interventi di recupero, ampliamento, ristrutturazione delle strutture edilizie esistenti, oppure sistemazione di ambienti per la commercializzazione dei prodotti di artigianato artistico tradizionale e di qualità, ampliamento e manutenzione di sale espositive per la vendita diretta, oltre naturalmente a interventi  di miglioramento tecnologico e di promo-commercializzazione. Analogamente sul fronte della tipicizzazione e  del rafforzamento dell’offerta turistica si prevedono interventi di ammodernamento e installazione arredi per la qualificazione di servizi ricettivi, realizzazione di nuova ricettività turistica, progetti per introdurre servizi turistici o qualificare servizi già esistenti, interventi sull’uso di nuove tecnologie della comunicazione (wi fi).

“Questo bando coinvolge le microimprese del commercio e dell’artigianato in un percorso di valorizzazione e crescita economica del territorio rurale e dell’entroterra, che non dimentichiamolo,  è l’obiettivo principale  della nostra attività nell’ambito del PAL, all’interno del PSR 2007-2013 della Regione Emilia Romagna – commenta il presidente de L’Altra Romagna, Bruno Biserni -  Con  il 2013 siamo giunti al quarto anno di attuazione del Programma di Azione Locale, significa essere ormai a una fase avanzata del lavoro e dunque aver predisposto ormai tutti gli strumenti a nostra disposizione per portare  beneficio alle zone collinari, sia in  termini economici, che di benessere e di modernità;  abbiamo attivato progetti a regia e molte azioni a bando e questo sempre in collaborazione con enti pubblici e associazioni, che crediamo siano fondamentali, come in questo specifico caso, per la buona riuscita dell’operazione”.

Il bando de L’Altra Romagna è rivolto alle microimprese che operano sul territorio di competenza della società d’area. Per la provincia di  Forlì-Cesena sono i Comuni di Bagno di Romagna, Borghi, Civitella di Romagna, Dovadola, Galeata, Meldola, Mercato Saraceno, Modigliana, Portico e San Benedetto, Predappio,  Premilcuore, Rocca San Casciano, Roncofreddo, Santa Sofia, Sarsina,  Sogliano al Rubicone, Tredozio, Verghereto. Per la provincia di Rimini sono interessati i comuni di Coriano, Gemmano, Mondaino, Monte Colombo, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo, Poggio Berni, Saludecio, Torriana, Verucchio. Nel Ravennate Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese turistiche e artigianato di qualità: oltre 500 mila euro per riqualificare
CesenaToday è in caricamento