Imprese a caccia di cuochi, camerieri e professioni del turismo: non si trovano

Le principali opportunità lavorative per i giovani con meno di 30 anni si concentrano nelle aree commerciali e della vendita

Nel mondo del lavoro continua a prevalere la previsione di entrate nel territorio di Forlì-Cesena (n. 6.780) rispetto a quello di Rimini (6.480) con un 21% di imprese che intendono attivare contratti per la prima provincia a fronte del 19% per la seconda, in crescita.
Gli ingressi del solo mese corrente, 2.610 a Forlì-Cesena e 2.530 a Rimini, pesano per il 16% sulle previsioni regionali (33.100) e quelli emiliano-romagnoli per l’8,5% sul dato italiano (391.000).

A livello nazionale sono il turismo, i servizi digitali e la meccatronica a guidare la crescita previsionale di contratti dell’ultimo trimestre dell’anno, con aumenti tendenziali rispettivi del 20%, 19% e 12,5%, nonostante tali settori evidenzino notevoli difficoltà di reperimento del personale.

In ambito locale i settori che nel trimestre prevedono maggiori entrate sono per entrambi i territori il Turismo (Rimini 28% e Forlì-Cesena 16,5%), il Commercio (Forlì Cesena 21%, Rn 17%) e i Servizi alle persone (14% Rimini e 12% Forlì-Cesena). Altri principali settori di impiego in previsione da parte delle imprese di Industria e Servizi sono le Costruzioni (Rimini 7%, Forlì Cesena 5%), i Servizi operativi e di supporto alle imprese e alle persone a Rimini per il 6,5% e le  industrie metallurgiche e dei prodotti in metallo a Forlì-Cesena per il 6%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Permangono molto elevate in entrambe le province le difficoltà di reperimento nel mese di ottobre delle figure ricercate dalle imprese, che si verificano nel 39% a Forlì-Cesena e nel 36% dei casi a Rimini. Particolarmente difficile reclutare Cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (Forlì-Cesena  64,5% e Rimini 58%), Operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (Rimini 64%, Forlì Cesena 59%), Tecnici delle vendite, del marketing e della distribuzione commerciale (Forlì Cesena 59%) e Conduttori di mezzi di trasporto (Rimini 53%).
Le principali opportunità lavorative per i giovani con meno di 30 anni si concentrano nelle  Aree commerciali e della vendita a Forlì-Cesena (40%) e della logistica per la provincia di Rimini (39%).
La richiesta di laureati riguarda il 10% delle entrate a Forlì-Cesena e a Rimini il 12%; il fabbisogno di profili high skills, di dirigenti, specialisti e tecnici è pari al 15% per entrambi i territori, ancora ben al di sotto della media nazionale che si attesta attorno al 22%.
Si conferma l’importanza di competenze per il digitale e green richieste dalle imprese subito dopo le cosiddette soft skills e prima di altre competenze tecniche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento