rotate-mobile
Economia

Il monito di Confartigianato: "Candidati del territorio al Parlamento, ricordate che l'Italia è artigiana"

“L’Italia è Artigiana”. Così Confartigianato apre il suo documento “Costruiamo insieme il futuro del Paese. Le proposte di Confartigianato ai candidati alle elezioni politiche 2022 per creare un ambiente favorevole all’artigianato e alle mpi”

“L’Italia è Artigiana”. Così Confartigianato apre il suo documento “Costruiamo insieme il futuro del Paese. Le proposte di Confartigianato ai candidati alle elezioni politiche 2022 per creare un ambiente favorevole all’artigianato e alle mpi” realizzato da Confartigianato Imprese Nazionale con il contributo delle 104 Associazioni territoriali, fra cui quella di Cesena, e delle 21 Federazioni regionali e Province autonome.

“Ai candidati territoriali cesenati e provinciali di tutti i partiti al Parlamento Confartigianato rimarca - mette in luce il Gruppo di
Presidenza Cesena (Daniela Pedduzza, Stefano Ruffilli e Marcello Grassi - che l’Italia riuscirà a mantenere il suo posto nel mondo se sarà capace di salvaguardare e promuovere la ricchezza delle sue produzioni, delle sue competenze, dei suoi territori, delle sue filiere assieme alla diffusione ed alla varietà delle imprese. Non è possibile infatti sacrificare la nostra storia e i nostri saperi in nome di un modello produttivo a taglia unica, ma solo la piena comprensione della nostra identità, che tutto il mondo ci riconosce, potrà offrire alle nuove generazioni la possibilità di vedere accolte le loro vocazioni che, assieme alla voglia di intrapresa, sono necessarie per raccogliere le sfide del tempo che viviamo. Ogni intervento riformatore, pertanto, dovrà tenere conto di questo dato di fatto”.

“Ci troviamo a vivere in un contesto - prosegue il Gruppo  di Presidenza Confartigianato Cesena - caratterizzato da grandi transizioni – dall’ambiente alla geopolitica passando per un ruolo sempre più massivo della tecnologia digitale – nel quale tutti ci rendiamo conto di vivere un momento di cambiamenti complessi e abbiamo davanti scelte da cui dipenderà la fisionomia del nostro assetto socioeconomico e culturale per i prossimi decenni. In questo, rivendichiamo la nostra idea di Paese
e di territorio e il ruolo essenziale degli imprenditori “a valore artigiano”, delle loro famiglie, dei loro dipendenti e collaboratori e
delle loro associazioni di rappresentanza nella costruzione di una società veramente sostenibile e caratterizzata dalla qualità: delle produzioni, dei servizi e delle relazioni tra persone, tra datori di lavoro e collaboratori, nelle famiglie, nelle comunità dei tanti
territori. L’impresa diffusa a valore artigiano è quindi specchio di quell’Italia e dei territori come il nostro che non ha mai smesso di
mettersi alla prova per trovare una strada distintiva e caratterizzante e per questo può diventare un modello di impresa generale e un driver per lo sviluppo.”

“Cruciale, in questo contesto il ruolo rinovato della rappresentanza - mette in luce il Gruppo di Presidenza -. Il ruolo dei corpi intermedi è stato sempre uno dei fondamenti della Repubblica e ciò è stato dimostrato ancora di più in questi anni di emergenza sanitaria e sociale. Oggi risulta ancora più necessario per ricostruire una solida relazione delle istituzioni con i cittadini e le imprese. Confartigianato è un importante presidio di legalità sul territorio, inoltre svolge la fondamentale funzione di rappresentazione e contemperamento di interessi particolari avendo, comunque, sempre a riferimento l’interesse generale del Paese. In questo senso, anche la partecipazione piena e consapevole al voto nelle prossime elezioni politiche è un aspetto essenziale per la manifestazione e l’affermazione del ruolo di questo mondo imprenditoriale e personale, maggioritario in
Italia e a cui noi diamo voce”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il monito di Confartigianato: "Candidati del territorio al Parlamento, ricordate che l'Italia è artigiana"

CesenaToday è in caricamento