Il calzaturiero del Rubicone approda sulla Rai

Rai 3 ha dedicato un ampio servizio, andato in onda martedì durante il Tg, alle imprese del comparto calzaturiero del Rubicone. E' questa infatti l'area in cui si concentra la produzione di scarpe

Rai 3 ha dedicato un ampio servizio, andato in onda martedì durante il Tg, alle imprese del comparto calzaturiero del Rubicone. E’ questa infatti l’area in cui si concentra la produzione di scarpe e dove particolare attenzione è rivolta al design e alla valorizzazione della qualità, riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo. La giornalista Giovanna Greco ha visitato due aziende di Savignano: il calzaturificio Dibrera, che produce scarpe d’alta gamma esportandole all’estero, proprietario Paolo Zanoli, e l’impresa “Mastema”, proprietario Mario Zamagna, che distribuisce in Italia i prodotti a suo marchio.

Nell’occasione è intervenuto il presidente della Camera di Commercio, Alberto Zambianchi che, parlando dell’andamento del settore “fabbricazione di articoli in pelle e simili” (classifica Istat Ateco 2007) in cui sono prevalenti le calzature, ha ribadito quanto già in parte anticipato durante la presentazione del Rapporto sull’economia 2011, e cioè che quello calzaturiero/pellettiero è certamente uno dei comparti che meglio sta attraversando la crisi: anche nel 2011 sono aumentati produzione e fatturato ed è calato il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria/in deroga. Questa è un’ulteriore conferma del fatto che qualità della produzione, design contenuto moda e capacità di raggiungere mercati lontani costituiscono i punti di forza per avere successo. Ciò, però, comporta sempre grande impegno da parte degli imprenditori, anche nel nostro territorio alle prese con i problemi che attualmente colpiscono l’intero sistema Paese: credito rarefatto e selettivo, lungaggini burocratiche e servizi carenti e costosi. In particolare il presidente Zambianchi, riconoscendo l’importanza e il valore delle piccole imprese, ha suggerito di guardare con attenzione ai nuovi strumenti operativi - come la legge che supporta la costituzione delle “reti d’impresa” -, perché nella moderna economia globalizzata dedicarsi solo all’attività “conto terzi” può risultare particolarmente limitante e rischioso; va quindi riservata la massima attenzione a chi inizia a produrre con il proprio marchio e si impegna a portarlo per il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

  • Migliora la situazione maltempo, a Cesenatico rotte due dune per contenere la furia del mare

Torna su
CesenaToday è in caricamento