menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trevi, "il terzo trimestre del 2016 si chiude con risultati sotto le aspettative"

A livello consolidato i primi nove mesi del 2016 hanno evidenziato ricavi totali pari a 766 milioni di euro in calo del 19,9% rispetto ai 956,3 milioni di euro raggiunti nel 2015.

Il consiglio di amministrazione di Trevi - Finanziaria Industriale, capogruppo del Gruppo Trevi, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre. "Il terzo trimestre del 2016 si chiude con risultati sotto le aspettative - afferma Stefano Trevisani, amministratore delegato del Gruppo Trevi -. Il settore Fondazioni Speciali nei primi nove mesi ha conseguito risultati in netto miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel trimestre si registrano performance non in linea con le aspettative in progetti in Sud America, Medio Oriente e in Italia, soprattutto dovuti a minore produzione eseguita e a rallentamenti delle fasi iniziali di nuovi progetti acquisiti. Detti rinvii saranno recuperati nel corso del quarto trimestre".

"Nel contesto del settore si differenzia la performance di Soilmec, che registra un miglioramento dei risultati rispetto alle aspettative di inizio anno - proseguono -. La stagnazione del settore Oil &Gas, la scarsa attività commerciale dello scorso anno hanno portato ad una forte riduzione dei ricavi di trimestre in trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e pure rispetto alle previsioni. La divisione Drillmec soffre di una riduzione del 56% nei nove mesi del corrente anno, rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente; la divisione Petreven sopporta una riduzione meno accentuata (-30%), anzi il terzo trimestre segna una ripresa dei Ricavi significativa rispetto ai due trimestri precedenti, per un aumento del tasso di utilizzo degli impianti".

"Pur in presenza di una forte riduzione dei costi fissi, il settore presenta un Mol negativo di undici milioni di euro nel trimestre - chiosa -. Tenuto conto del persistente deterioramento del settore, il risultato netto delle società del gruppo attive in questo settore è influenzato in
maniera importante da prudenziali accantonamenti addizionali nel trimestre di circa sedici milioni di euro per svalutazioni. Ai sensi delle azioni di rafforzamento organizzativo comunicate il 28 agosto 2015, è stato inserito nella nuova funzione di Direttore Centrale a livello di capogruppo Marco Andreasi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento