Economia

Il 18% delle imprese locali si gioca la carta della green economy

Le imprese di Forlì-Cesena sembrano voler scommettere sulla green economy. Sono oltre il 18% le imprese intervistate a Forlì-Cesena che dichiarano di aver seguito un processo di conversione verso la green economy

Le imprese di Forlì-Cesena sembrano voler scommettere sulla green economy. Sono oltre il 18% le imprese intervistate a Forlì-Cesena che dichiarano di aver seguito un processo di conversione verso la green economy, mentre a livello regionale si tratta del 15,3% dei casi. La provincia di Forlì-Cesena si colloca così al secondo posto fra le province emiliano-romagnole in termini di imprese già convertite al verde, superata soltanto da Ferrara (19,0%) e seguita da vicino da Ravenna (18,3%).

L’aspetto più critico rispetto a quattro dimensioni fondamentali per l’impatto ambientale dell’attività economico-produttiva (input energetici, emissioni atmosferiche, produzione di rifiuti, recupero di rifiuti) è quello degli input energetici, per il quale il 19,6% dei casi dichiara un aumento, in alcuni casi anche “forte” (la media regionale risulta inferiore: 16,2%).

Come per le precedenti rilevazioni, i benefici attesi dalle imprese legati allo sviluppo sostenibile sono soprattutto relativi alla riduzione dei consumi di energia elettrica, seguiti dall’aumento efficienza energetica impianti, macchinari, edifici (aspetti entrambi maggiormente segnalati come molto o abbastanza importanti rispetto alle rilevazioni precedenti).

Per Forlì-Cesena si evince una maggiore incidenza di imprese convertite al green nel settore chimico/farmaceutico, della plastica e della gomma (42,9%), seguito a distanza (24,1%) da quello dei metalli. Fra le imprese che hanno seguito un percorso di conversione all’economia verde, circa due terzi (64,5%) hanno introdotto almeno una qualche forma di innovazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 18% delle imprese locali si gioca la carta della green economy

CesenaToday è in caricamento