menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli artigiani cesenati fino al 17 agosto lavorano per pagare le tasse

Lo studio di CNA Nazionale fa suscitare comunque un certo scalpore nel notare che lunedì 17 agosto sarà l'ultimo il giorno in cui i piccoli imprenditori cesenati lavoreranno per pagare le tasse

Il 17 agosto è l’ultimo giorno in cui i gli imprenditori della città lavoreranno per il fisco: Cesena celebra il suo “Tax free day”. La notizia non è nuova, nel senso che lo studio di CNA Nazionale dal quale trae origine è datato aprile, ma suscita comunque un certo scalpore notare che lunedì 17 agosto sarà l’ultimo il giorno in cui i piccoli imprenditori cesenati lavoreranno per pagare le tasse. Il loro “netto” incomincerà solo tale data. Sì, perché le imposte a Cesena si mangiano il 63,1% del reddito d’impresa. C’è chi sta peggio – tra tutti gli imprenditori bolognesi – ma anche chi sta meglio (quelli reggiani, ad esempio). In ogni caso non si tratta di una classifica particolarmente lusinghiera.

La tassazione 2015 nelle città emiliano-romagnole vede Cesena al quarto posto tra i capoluoghi, con un'incidenza del 63,1% dei tributi sui guadagni dell'imprenditore, di cui il 21,8% di tributi locali. Peggio sta Bologna, con un peso di quasi il 73% dei tributi rispetto ai guadagni, seguita da Parma, Forlì e poi Cesena (40° piazzamento nazionale).

Il “Rapporto 2015 – Comune che vai fisco che trovi” dell’Osservatorio permanente della CNA Nazionale sulla tassazione delle pmi analizza l’andamento della tassazione locale e nazionale tra il 2011 e il 2015, sulla base di una simulazione riferita a un’impresa manifatturiera rappresentativa del tessuto economico italiano (nel caso specifico, un’azienda individuale con quattro operai e un impiegato, operante in un laboratorio artigiano di 250 metri quadrati, con un negozio destinato alla vendita di 175 mq e relativi macchinari e arredamenti, oltre che di un automezzo).

Un lavoro che completa l’accurata ricognizione di CNA Forlì-Cesena su tutti i comuni della provincia. Ora, oltre alla fotografia del presente, siamo in grado di verificare anche l’andamento negli ultimi anni. Il primo dato che salta all’occhio è che, sia a Forlì che a Cesena, in cinque anni il peso dell’Imu più la Tasi è aumentato del +124%. Cresce sensibilmente anche la Tari, che si conferma più pesante a Forlì (nel campione analizzato +24%) rispetto a Cesena.

“È davvero paradossale – afferma Franco Napolitano, direttore generale di CNA Forlì-Cesena – pensare che i nostri piccoli imprenditori, con tutta la passione, l’impegno e la fatica che mettono in campo, abbiano lavorato fino a oggi solo per pagare le tasse! Lo abbiamo chiamato “tax free day”, ossia il giorno dell’anno nel quale una piccola impresa smette di lavorare per pagare tasse, imposte e contributi, e comincia a produrre reddito disponibile per il titolare e per la sua famiglia. Data che, per quanto ci riguarda, cade il 17 agosto a Cesena e il 19 agosto a Forlì. Tendenza in miglioramento se si pensa che, nel 2014, si arrivava al 25 e 29 agosto, rispettivamente per Cesena e per Forlì”.

“Al di là del paradosso – prosegue Napolitano – sono numeri che testimoniano come le vere emergenze del nostro Paese, per ciò che riguarda la politica economica, siano due: il lavoro e il fisco, appunto. Peraltro il primo incide sul secondo, perché meno tasse significherebbero più assunzioni, e meno imposte sul lavoro anche maggiori consumi. Invece le politiche di spending review si ripercuotono sui comuni, causando un circolo perverso nel quale i pochi decimali di tagli alle imposte praticate a livello centrale sono più che riassorbiti dagli aumenti impositivi negli enti locali”.

Qualche buona notizia arriva dal sensibile calo dell’Irap, che si è più che dimezzata. È proprio grazie all’intervento sull’Irap se il reddito netto disponibile di questa impresa (di cui si ipotizzano ricavi per 431mila euro, con un reddito ante-imposte di 50mila euro), rispetto al 2014 sia cresciuto sia a Forlì che a Cesena di circa il 6%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento