menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro d'Italia, proposta un'anteprima sulle strade della tappa. Le associazioni: "Occasione straordinaria"

"Confcommercio - affermano Patrignani e Rossi - è impegnata da tempo per favorire il rilancio turistico della valle dei laghi, del monte Fumaiolo, delle Terme di Bagno di Romagna ecc"

Il Giro d'Italia che attraverserà il 17 maggio la Valle del Savio sarà un'occasione straordinaria per sviluppare e potenziare ulteriormente il turismo e per questo motivo "occorre prepararsi bene, in un'ottica partecipata e condivisa da parte di tutti comuni della vallata". E' quanto affermano Corrado Augusto Patrignani e Emiliano Rossi, rispettivamente presidenti Confcommercio cesenate e Valle Savio.

Anzi, affinché la tappa diventi ancora di più un volano per l'economia della vallata Pasquale Ambrogetti, presidente della sede di Bagno di Romagna della Confesercenti Cesenate propone perfino un' "anteprima con escursione/tour in bicicletta lungo le strade delle nostre località che saranno protagoniste del giro. Avremo modo di far conoscere così anticipatamente l’itinerario dello splendido percorso che il Giro d’Italia compirà nella nostra zona”. 

CONFCOMMERCIO - "Confcommercio - affermano Patrignani e Rossi - è impegnata da tempo per favorire il rilancio turistico della valle dei laghi, del monte Fumaiolo, delle Terme di Bagno di Romagna, del parco nazionale delle foreste Casentinesi, dei paesi e dei borghi del buon vivere e più in generale delle bellezze naturali, artistiche e gastronomiche di un territorio dove l'offerta può essere ulteriormente potenziata. Per questo Confcommercio Cesenate e della Valle del Savio è impegnata in progetti di vallata di recupero ambientale e di valorizzazione di borghi e paesi, come parte importante del Brand Romagna, fra cui quello che riguarda la Ciclovia del Savio  con il recupero del lago di Quarto ad una più piena ricettività turistica".

"La tappa del giro d'Italia che approderà a Bagno di Romagna - aggiungono - è un appuntamento storico che può essere non solo onorato, come siamo certi che avverrà nel migliore dei modi, ma veramente costruito attraverso una progettualità nei mesi, che da oggi ci separano all’appuntamento di maggio. Lo stesso progetto presentato il 30 agosto scorso alla Regione Emilia Romagna dal Consorzio Natura e Natura per iniziative di promozione turistica per il 2017, prevede lo sviluppo di attività legate all’arrivo della tappa del Giro d’Italia ed ai percorsi cicloturistici della vallata. Da questa azione trarranno beneficio le imprese turistiche, commerciali, e dell'indotto e più in generale l'intero territorio della montagna cesenate, il cui pieno sviluppo rappresenta un impegno politico e sociale prioritario, anche a salvaguardia del popolazioni residenti".

CONFESERCENTI - "È con molta soddisfazione e orgoglio - commenta Pasquale Ambrogetti, presidente della sede di Bagno di Romagna della Confesercenti Cesenate - che abbiamo appreso la notizia che Bagno di Romagna è stata scelta per ospitare l’arrivo dell’undicesima tappa del Giro d’Italia, giunto quest’anno alla sua edizione numero 100”. “In 100 anni – continua il presidente della Confesercenti di Bagno di Romagna - non era mai accaduto che Bagno salisse alla ribalta mediatica internazionale come arrivo di tappa del Giro e di questo vogliamo rendere merito al sindaco Marco Baccini, che da tempo si è speso per raggiungere questo straordinario risultato”.

“Una vetrina promozionale incredibile - prosegue Ambrogetti - ed è ovvio che un risalto così importante gioverà al nostro tessuto commerciale e turistico. Da parte nostra, come associazione del commercio, del turismo e dei servizi, continueremo a fare la nostra parte e proseguiremo, anche grazie a questo straordinario spot turistico, a lavorare in sinergia con il Comune per promuovere le nostre località che hanno nelle terme, nella natura, nella storia, nei monumenti, nella gastronomia, nella cultura, nello sport e nell’ospitalità delle nostri genti il loro punto di forza”.

“Il sindaco Marco Baccini – aggiunge Pierpaolo Rossi, responsabile della zona Alto Savio di Confesercenti Cesenate - è riuscito a svolgere una difficile concertazione con tutti gli enti preposti e il suo lavoro a portato a raggiungere questo importante obiettivo. Più volte, anche in occasione del nostro incontro annuale sull’andamento dell’economia, abbiamo insieme all’amministrazione discusso dell’importanza di promuovere la cultura dello sport e dell’importanza del cicloturismo per il nostro territorio. L’arrivo del Giro nella nostra zona sarà un grande lancio promozionale e turistico per gli appassionati della bicicletta”.

“L’arrivo di tappa è un grande risultato - conclude Rossi - ma è anche una grande sfida per tutta la nostra comunità che dobbiamo saper affrontare e cogliere per dar prova di come il nostro territorio possa essere in grado di dimostrare la propria capacità di accoglienza e rilanciarsi per il futuro. Per arrivare a questo risultato chi non sarebbe stato disponibile a compiere degli sforzi anche non usuali. Proponiamo e siamo disponibili a compiere assieme al sindaco, noto appassionato di bici, una Anteprima con escursione/tour in bicicletta lungo le strade delle nostre località che saranno protagoniste del giro. Avremo modo di far conoscere così anticipatamente l’itinerario dello splendido percorso che il Giro d’Italia compirà nella nostra zona”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento