Sperimentare il mondo del lavoro da dentro le imprese: torna il Girls’ Day

All’edizione 2018 hanno aderito 20 Istituti scolastici delle due province, richiedendo e ottenendo disponibilità per circa 300 ragazze del territorio

Una precedente edizione

Torna giovedì il Girls’ Day, iniziativa promossa dalla Camera di commercio della Romagna in collaborazione con le associazioni di categoria e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna che offre l’opportunità alle studentesse di seconda media di conoscere le aziende del territorio e sperimentare il mondo del lavoro da dentro le imprese. Gli obiettivi del progetto sono di incoraggiare e rafforzare la fiducia delle ragazze, indirizzandole verso professioni che offrano prospettive occupazionali coerenti con le esigenze delle aziende locali, anche in settori non tradizionali, stimolandole a seguire le proprie inclinazioni e capacità. All’edizione 2018 hanno aderito 20 Istituti scolastici delle due province, richiedendo e ottenendo disponibilità per circa 300 ragazze del territorio.

Le studentesse visiteranno gli uffici, i locali di produzione delle aziende, affiancate da un tutor che avrà il compito di informare e spiegare loro le attività dell’impresa, l’organizzazione, i progetti, per trasmettere una visione globale di procedure, tempistiche e modalità di lavoro. L’esperienza sarà condivisa in classe e raccontata durante la cerimonia, alla presenza delle autorità e della stampa, con la consegna degli attestati di partecipazione e la visione di un video realizzato durante la giornata in azienda; appuntamento per sabato 26 maggio con le Premiazioni locali per ragazze e imprese. Quasi 80 gli imprenditori e gli enti del territorio che hanno aperto i loro locali per raccontare la loro esperienza, ospitando da un minimo di 2 fino ad un massimo di 18 ragazze.

“Come imprenditore credo molto nel collegamento tra scuola e mondo del lavoro come stimolo educativo e formativo. Mi sono impegnato a portare la mia testimonianza d'imprenditore presso gli istituti scolastici, ogni anno ospitiamo classi scolastiche in visita presso la nostra azienda, e abbiamo sviluppato anche progetti di studio in collaborazione con docenti e studenti - dichiara Fabrizio Moretti -. Noi imprenditori, insieme alle istituzioni e al mondo della scuola possiamo fare molto per far conoscere alle ragazze e ai ragazzi il lavoro, aiutandoli ad apprezzare sia i lavori intellettuali, sia quelli manuali. È importante che vivendo l’esperienza in azienda possano maturare la consapevolezza che l’imprenditore è innanzi tutto una persona e che il suo è un progetto collettivo che richiede il contributo di tutti i lavoratori. Per questo ho aderito con entusiasmo al Girls’ Day; questa iniziativa, infatti, può aiutare una giovane studentessa a rafforzare la fiducia nelle proprie capacità e a orientare le proprie scelte future, di studio prima e di lavoro poi, con una visione più ampia delle proprie potenzialità e dei propri interessi”.

"Il Girls’Day – dichiara Maria Giovanna Briganti, dirigente della Camera di commercio della Romagna - è per le ragazze una delle prime occasioni per conoscere da vicino le imprese e per comprendere che l’autoimprenditorialità è una possibilità lavorativa e come tale va presa in considerazione. La Camera della Romagna crede nell’importanza dell’orientamento e quest’anno raddoppia il proprio impegno, mettendo in campo per l’autunno il “Job Day - Giornata del lavoro e del fare impresa” per ragazzi delle scuole superiori volta a realizzare esperienze di affiancamento secondo la formula del Job Shadowing, cioè dell’osservazione diretta a fini orientativi. Prosegue anche il nostro impegno per promuovere percorsi di alternanza scuola-lavoro di qualità: si è tenuto a Rimini l’11 aprile scorso e si terrà a Forlì il 10 maggio prossimo l’Alternanza Day, evento dedicato ai progetti che promuovono le esperienze di ‘imparare facendo’".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento