menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani Confcommercio, Ambrosini nuovo presidente: "Favorire le start up"

"Mi riempie d'orgoglio far parte di questa associazione e di poterla rappresentare", afferma Ambrosini -. "Credo che i giovani debbano dare uno stimolo al rinnovamento"

Favorire il ricambio generazionale nel settore del commercio, turismo e terziario, sostenere la nascita, lo sviluppo e il radicamento delle giovani imprese, supportarle nel nuovo scenario di crisi in particolare per quel che concerne l’accesso al credito agevolato premendo sugli istituti di credito affinché premino i progetti imprenditoriali non limitandosi alla richiesta delle garanzie. Sono solo alcuni degli obiettivi che si prefigge il Gruppo “Giovani Imprenditori” Confcommercio che ha eletto il nuovo presidente, Giulio Ambrosini, affiancato nel consiglio direttivo da Deborah Salvi, Barbara Babbi, Elena Cecchini, Giacomo Neri e Francesca Giardullo.

“Mi riempie d'orgoglio far parte di questa associazione e di poterla rappresentare”, afferma Ambrosini -. “Credo che i giovani debbano dare uno stimolo al rinnovamento, cercando di migliorare la qualità dell'imprenditorialità, delle competenze e aprendo ad idee che sono già funzionanti e operanti in altri Paesi”.

“Il Gruppo punterà sulla formazione, per migliorare i prodotti e i servizi che ognuno di noi offre con la propria attività, visto dobbiamo affrontare un mercato altamente competitivo”, conclude il presidente dei Giovani Imprenditori. “Puntare sull'innovazione, sulla conoscenza, sulla qualità. Questa è l'arma vincente”.

"Nel territorio comprensoriale è ancora apprezzabile il dinamismo dei giovani che vogliono entrare nel mercato, anche se è piuttosto alto il fenomeno delle neoimprese che non riescono a stabilizzarsi e chiudono i battenti. Servono buoni progetti imprenditoriali - rimarca Ambrosini - , e se ne trovano, ma sono  necessari interventi congiunti per aiutare le aziende giovani a radicarsi, anche da parte della politica. In questi anni più volte abbiamo chiesto ai Comuni di sospendere o almeno alleviare i tributi per le neoimprese nei primi anni di attività, proprio per favorire le condizioni della loro crescita, e qualche Comune finalmente si è mosso in questa direzione di favorire le start up“.

“Nel corso degli ultimi due anni- rimarcano il direttore Confcommercio Giorgio Piastra e il vicedirettore Alberto Pesci - abbiamo assistito a una crescita della nascita di nuove imprese i cui progetti vengono sostenuti dalla nostra cooperativa di garanzia, in tutti settori a partire da quello dei pubblici esercizi e della ristorazione. A volte si verificano anche felici passaggi d'impresa con il ricambio generazionale. Il Gruppo Giovani, costituito in Confcommercio cesenate nel 2009, si prefigge anche di alimentare la cultura d'impresa tra gli studenti delle scuole superiori"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento