rotate-mobile
Economia

Giovani agricoltori alla scoperta della fungaia riminese: l'incontro di Anga-Confagricoltura

 Un pomeriggio di incontro e confronto nel Riminese per i giovani agricoltori di Anga-Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini

 Un pomeriggio di incontro e confronto nel Riminese per i giovani agricoltori di Anga-Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini: prima la visita alla Fungar– azienda di Coriano specializzata nella produzione di funghi prataioli e pleurotus – poi una tavola rotonda alla Tenuta del Monsignore di San Giovanni in Marignano, dove discutere assieme dei temi caldi del momento e delle prospettive future.

All'appuntamento di giovedì scorso hanno partecipato anche i due candidati alla presidenza nazionale dell'Anga, Claudia Guidi e Giovanni Gioa, che si sono confrontati con i giovani agricoltori romagnoli. “Investire in agricoltura non è semplice, soprattutto in questo periodo – afferma Michele Ghetti, presidente di Anga-Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini– E proprio in momenti del genere è fondamentale il ruolo di un sindacato d'impresa e di un'associazione di categoria: l'imprenditore agricolo oggi deve essere poliedrico, si passa dall'avere gli stivali nel fango al doversi districare tra dati e strumenti digitali. Ecco perché è fondamentale la formazione e lo sviluppo di una cultura d'impresa, aspetti che come Anga abbiamo molto a cuore”.

Unire tradizione e innovazione è il compito che spetta ai giovani agricoltori. E la Fungar di Coriano è proprio un esempio di impresa che ha aperto e sviluppato una nicchia di mercato, quella dei funghi coltivati. Un'attività poco conosciuta al grande pubblico ma molto affascinante per la peculiarità dell'ambiente di coltivazione, la fungaia appunto, che i delegati dell'Anga hanno potuto visitare accompagnati dall'associato Federico Magnani.

Alla Tenuta del Monsignore i giovani sono stati accolti dal presidente di Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini, Carlo Carli. E prima della tavola rotonda il vicepresidente di Confagricoltura Forlì-Cesena e Rimini, Alberto Mazzoni, che è anche vicepresidente nazionale della Federazione nazionale di prodotto Bioeconomia di Confagricoltura, è intervenuto sui punti di contatto tra energia e agricoltura: dal tema d'attualità degli extraprofitti fino alle prospettive del biogas e dell’agrivoltaico, ricordando come la prossima settimana ad Ecomondo l'associazione sarà presente con un proprio stand e un ricco programma di eventi.

I giovani agricoltori hanno poi discusso di come gestire il passaggio generazionale in azienda, delle opportunità che il settore primario offre ai neo imprenditori, del ruolo delle nuove tecnologie e dell'Agricoltura 4.0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani agricoltori alla scoperta della fungaia riminese: l'incontro di Anga-Confagricoltura

CesenaToday è in caricamento