Fondazione CRC e Credit Agricole assieme: torna il sostegno a sociale e cultura su 14 progetti

Dopo il cambio di proprietà della Cassa di Risparmio di Cesena e la sua incorporazione in Credit Agricole, si riaffacciano anche gli investimenti a favore del sociale

Dopo il cambio di proprietà della Cassa di Risparmio di Cesena e la sua incorporazione in Credit Agricole, si riaffacciano anche gli investimenti a favore del sociale, dell'istruzione e della cultura. L'operatività della Fondazione Cassa di Risparmio era stata infatti fortemente limitata dal deprezzamento delle azioni, con la sostanziale riduzione di introiti da reinvestire sul sociale. Ora arriva un fondo di circa 400mila euro per sostenere una serie di progetti per la città. Il tutto è reso possibile da una collaborazione tra fondazione bancaria e il colosso francese del credito, che anche in questo modo vuole battere un colpo come banca storica della comunità cesenate, nonostante il cambio di insegna.

In particolare i 14 progetti finanziati destinano risorse all'inclusione sociale e lavorativa dei giovani in difficoltà, al fine di accompagnarli all'autonomia; all'attività di ricerca del campus universitario, in collegamento con le esigenze dell'economia locale; a progetti di sostegno alle famiglie che assistono anziani affetti da demenza senile ed Alzheimer; ed ancora a progetti in campo medico, con l'acquisto di attrezzature diagnostiche terapeutiche per gli ospedali: Infine si finanziano progetti di diffusione delle attività musicali e interventi a favore del patrimonio culturale della città.

Il presidente della Fondazione Guido Pedrelli ha ricordato che “si tratta della prima collaborazione fra la Fondazione e Credit Agricole, che, concordi nel sostenere progetti in grado di ascoltare le priorità percepite dalle proprie comunità, confermano anche per il futuro la volontà di proseguire in tale rapporto”. Sulla stessa lunghezza d'onda Massimo Tripuzzi, responsabile della Direzione regionale Romagna di CA: “Per Credit Agricole il legame col territorio è scritto nel proprio Dna. Siamo molto felici di poter annunciare quest'accordo con la Fondazione per le importanti ricadute che avrà su tutta l'area cesenate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Bar e ristoranti a Cesena non aprono, ma la protesta è simbolica e con stile: "Ci hanno abbandonato"

Torna su
CesenaToday è in caricamento