Economia

Focus sulla Provincia, meno startup ma più piccole e medie imprese innovative

Le start-up innovative con sede in provincia di Forlì-Cesena sono 61, pari al 6,6% del totale regionale

Nel territorio di Forlì-Cesena e Rimini calano le le start-up innovative, ma crescono le piccole e medie imprese innovative: le prime sono 128, con un calo annuo del 2,8%, mentre le seconde passano da 8 a 19. Oltre il 73% delle start-up innovative e il 63% delle PMI innovative, operano nel macrosettore dei Servizi.

“Nel territorio di Forlì-Cesena e Rimini, quello su cui ha competenza la nostra Camera, nell’ultimo anno è stato registrato un calo delle start-up innovative, anche se ampiamente compensato dall’aumento delle PMI innovative – commenta il presidente, Alberto Zambianchi –. Non si tratta di una tendenza consolidata. Credo, anzi, che non sia la “voglia innovazione” a mancare, quanto piuttosto gli investitori. Criticità da affrontare a tutti i livelli, perché è proprio l’innovazione il volano della crescita economica. È, comunque, di questi giorni la notizia che il Governo sta lavorando per aumentare incentivi e detrazioni fiscali per chi sostiene le imprese innovative. Anche la Camera della Romagna tiene alta l’attenzione su questo settore strategico e ha inserito due linee di azione nel proprio Piano strategico pluriennale, dedicate alla creazione imprese e startup e alla competitività delle PMI. Si tratta di iniziative che sostengono a 360° gradi e su più aspetti lo sviluppo del nostro sistema economico”.

Le startup innovative

Le start-up innovative con sede in provincia di Forlì-Cesena sono 61, pari al 6,6% del totale regionale (settima posizione, davanti a Piacenza e Ferrara); il confronto annuo evidenzia una variazione negativa del 9,0% (da 67 unità del 4/2/2019 a 61 unità del 3/2/2020), contrariamente all’incremento regionale e nazionale.

Il 67,2% delle start-up innovative provinciali opera nel macrosettore dei Servizi (41 unità), di cui il 37,7% nei servizi digitali e informatici (23) e l’11,5% nella ricerca e sviluppo (7), il 24,6% nel settore Industria/Artigianato (15 unità) e l’8,2% nel Commercio (5 unità); rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, si registra una crescita delle relative imprese nel Commercio (+150,0%) e una diminuzione nei Servizi (-12,8%), nell’Industria/Artigianato (-11,8%) e in Agricoltura (-100,0%), quest’ultima a causa della cessazione dell’unica start-up appartenente al suddetto settore (ex sede a Dovadola).

Delle 61 start-up, 16 sono gestite da giovani (under 35), 9 da donne e 4 da stranieri; 14 imprese, inoltre, sono in possesso di brevetti1 mentre 7 sviluppano e commercializzano esclusivamente prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico. A livello territoriale, infine, ben il 68,9% delle stesse (42 unità) risiede nei comuni di Forlì e Cesena: rispettivamente, il 41,0% a Cesena (25) e il 27,9% a Forlì (17).

Piccole e Medie Imprese innovative

Le PMI innovative in provincia di Forlì-Cesena sono 13 (9,3% del totale regionale), in crescita di 7 unità: 9 operano nel macrosettore dei Servizi, 3 nell'Industria/Artigianato e 1 nel Commercio. Una PMI innovativa è gestita da donne straniere; 9 imprese, inoltre, sono in possesso di brevetti2.

La Piccola e Media Impresa innovativa (PMI innovativa) è una tipologia di impresa, introdotta dalla legge n. 33/2015, di conversione del D.L. n. 3/2015 (Investment Compact), che le ha attribuito larga parte delle agevolazioni già assegnate alle start-up innovative. L’articolo 4 definisce la PMI innovativa come una “società di capitale, costituita anche in forma cooperativa, residente in Italia o in un altro Paese membro della UE purché abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia, che non ecceda i limiti dimensionali relativi a organico e fatturato/bilancio tracciati dalla normativa europea sulle PMI e le cui quote non sono quotate in un mercato regolamentato”. Le PMI innovative devono soddisfare determinati parametri riguardanti l’innovazione tecnologica; condizione fondamentale per poter beneficiare di tali vantaggi è che le imprese vengano iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese riservata alle PMI innovative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focus sulla Provincia, meno startup ma più piccole e medie imprese innovative

CesenaToday è in caricamento