rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Imprese

Festival dell'Industria, si parlerà anche di smart working e nuovi trend formativi

Fondirigenti e gli enti di formazione di Confindustria Romagna organizzano, nell’ambito del Festival dell’industria, l’incontro online “Smart working: il cruscotto per le Pmi” che si svolgerà martedì alle 11

Come stanno affrontando le aziende della Romagna il lavoro per obiettivi? Dopo due anni di pandemia e lavoro da remoto, lo smart working resterà nella nuova normalità come strumento acquisito? Per rispondere a queste domande, Fondirigenti e gli enti di formazione di Confindustria Romagna organizzano, nell’ambito del Festival dell’industria, l’incontro online “Smart working: il cruscotto per le Pmi” che si svolgerà martedì alle 11. 

“L’iniziativa nasce allo scopo di identificare le competenze manageriali necessarie a gestire al meglio in azienda il lavoro agile, e per dare risposta ai nuovi trend formativi che stanno emergendo e che l’emergenza sanitaria ha accelerato - spiega il vicepresidente di Confindustria Romagna con delega all’Education, Tomaso Tarozzi - soprattutto nelle Pmi, che per caratteristiche organizzative hanno un approccio diverso allo smartworking, emerge la necessità di avere delle linee guida, dei modelli da seguire per far fronte a richieste di flessibilità da parte dei lavoratori”

“Si assiste a livello mondiale, ad una vera e propria evoluzione del concetto di lavoro e questo mutamento, inizialmente percepito con diffidenza, offre alle imprese  numerose opportunità per re-inventarsi, gestendo le proprie attività con mezzi e strumenti nuovi - spiega il direttore generale di Fondirigenti Massimo Sabatini -. L’iniziativa, che abbiamo promosso con Confindustria Romagna e Federmanager del territorio, ha avuto il pregio di individuare un modello concreto di gestione dello smartworking, a misura di Pmi, che intendiamo diffondere su scala nazionale”. 

All’incontro saranno presentati i risultati del progetto, che ha portato a un modello di linee guida e ad un cruscotto di indicatori per le PMI, anche attraverso le testimonianze di aziende che hanno partecipato attivamente all'iniziativa. Dal progetto emerge l’importanza della preparazione e della condivisione a livello aziendale di un percorso di implementazione dello smart working. È necessario che la formazione trasmetta sia una visione equilibrata costi/benefici dal punto di vista economico, psicologico, relazionale,  sia le competenze relative al lavoro per obiettivi, al monitoraggio e al controllo del lavoratore. Se non adeguatamente preparato e monitorato, lo smartworking può avere ricadute negative a livello di comportamenti opportunistici, isolamento sociale, controllo percepito sul proprio lavoro, tecnostress. Interverranno i rappresentanti delle parti sociali del territorio. Per seguire i lavori Per iscriversi questo il link https://lnkd.in/eMXjBDJZ

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival dell'Industria, si parlerà anche di smart working e nuovi trend formativi

CesenaToday è in caricamento