Ferragosto, i sindacati lanciano l'appello: "Astenersi dal lavoro"

Per la giornata di Ferragosto i sindacati regionali hanno lanciato l'invito ad astenersi dal lavoro festivo ai lavoratori del commercio e agli addetti di tutte le attività svolte all’interno dei centri commerciali

Per la giornata di Ferragosto i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil regionali hanno lanciato l'invito ad astenersi dal lavoro festivo ai lavoratori del commercio e agli addetti di tutte le attività svolte all’interno dei centri commerciali.

"Abbiamo richiesto un incontro al Ministro dello Sviluppo Economico chiedendo un immediato intervento legislativo - spiegano i sindacati - Le diverse posizioni sembrano rivolte a ridefinire una nuova proposta di legge. Le organizzazioni sindacali hanno più volte avanzato proposte di modifica al decreto Salva Italia, coinvolgendo le istituzioni e promuovendo iniziative, mobilitazioni e campagne di comunicazione in occasione delle festività, con l’obiettivo di porre un limite alle aperture incontrollate che in questi anni hanno stravolto il settore e la vita lavoratori delle aziende del commercio, escludere la possibilità di aprire in occasione delle festività nazionali, restituendo a questi giorni il valore civile e religioso che è patrimonio della nostra storia e della nostra cultura, restituire alle istituzioni locali congiuntamente alle parti sociali la facoltà di definire la regolamentazione delle aperture territoriali e riconsegnare alle istituzioni locali anche la prerogativa di determinare quali e quanti nuovi insediamenti commerciali è possibile avviare. Infatti questi anni di liberalizzazioni indiscriminate hanno inevitabilmente contribuito ad aumentare i metri quadri di area vendita generando una concorrenza selvaggia, i cui costi si stanno scaricando sull’occupazione e sulle condizioni di lavoro. Per queste ragioni, le segreterie regionali invitano i lavoratori ad astenersi dal lavoro per tutto il turno di lavoro, ricordando che sulla base delle norme contrattuali vigenti, e alla luce delle recenti sentenze della Cassazione, potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento