Elezioni europee, Confartigianato: "Le imprese chiedono un'Europa più vicina e meno vincoli"

Per Confartigianato le elezioni sono "una occasione per una svolta, un cambio di marcia che ponga le piccole imprese al centro dell’agenda politica ed economica di Bruxelles"

In un sondaggio effettuato da Confartigianato Federimpresa Cesena su un campione di cento attività, sulle oltre tremila iscritte (a cui afferiscono cinquemila soci imprenditori) l’Unione Europea si associa anche (86%) a complicazioni regolamentari ed eccessivi vincoli per le piccole imprese.che nel continente europeo rappresentano il 98% del mondo produttivo. Un motivo in più per rimarcare l'importanza del voto per il nuovo Parlamento Europeo.

“Anche per questa ragione, che ha indubitabile fondamento, il voto del 26 maggio per il nuovo Parlamento Europeo – rimarca il Gruppo di Presidenza di Confartigianato Cesena formato da Stefano Ruffilli, Daniela Pedduzza e Marcello Grassi – è importante anche per il futuro delle piccole imprese del Continente: 24 milioni di aziende che creano il 67% dei posti di lavoro e quasi il 60 per cento del valore aggiunto. Per Confartigianato le elezioni sono una occasione per una svolta, un cambio di marcia che ponga le piccole imprese al centro dell’agenda politica ed economica di Bruxelles. Per questo motivo è stato presentato a livello nazionale il Manifesto “Un’Europa a misura di micro e piccola impresa. 10 proposte, 5 anni per agire”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tra i punti in evidenza – prosegue il Gruppo di Presidenza – spiccano il Codice Appalti, i tempi di pagamento, fondamentale per stabilire un rapporto sano tra le pmi e le grandi imprese, e la grande battaglia legata al “Made In” e quindi alla tutela e alla tracciabilità dei prodotti italiani di qualità, tutti temi molto avvertiti dalle nostre imprese. Per rilanciare occupazione e fatturato delle piccole imprese non vanno poi dimenticate le riforme del lavoro e dei sistemi di protezione sociale, gli incentivi su competenze e formazione professionale, il sostegno alla digitalizzazione, agli investimenti e all’internazionalizzazione, norme che puntino alla sostenibilità e all’economia circolare e, infine, una reale implementazione del mercato unico europeo. C’è poi una proposta che Confartigianato porta avanti da anni nel confronto con l’Europa: la revisione e il rafforzamento dello Small Business Act, che prevede di tarare i provvedimenti valutando preventivamente l’impatto sulle pmi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento