Edilizia, sono oltre 5mila le imprese attive: cresce il volume d'affari. Nasce il primo listino unitario dei prezzi

Prezzi “trasparenti” in edilizia: presentata la prima edizione unitaria del listino "Prezzi informativi delle Opere Edili in Forlì-Cesena e Rimini"

Presentato, nella sede di Forlì della Camera di commercio della Romagna, il primo listino unitario dei prezzi informativi delle opere edili, relativo alle province di Forlì-Cesena e di Rimini. La novità rilevante di questa pubblicazione relativa alle quotazioni dei materiali e dei servizi del comparto edile consiste, non solo nella raccolta in un unico volume dei esiti delle rilevazioni dei prezzi delle due province, ma nella identicità dei criteri di rilevazione e della codifica delle voci.

Il lavoro è il frutto della preziosa collaborazione delle imprese informatrici sulle due province, nonché dell’imprescindibile contributo di una Commissione unitaria Forlì-Cesena e Rimini, composta da rappresentanti di Enti, associazioni, organismi e componenti esperti del settore. Al tempo stesso il volume si colloca nella continuità e nel riconoscimento delle esperienze e competenze espresse nelle due ex Camere di commercio accorpate. Il listino, valido e apprezzato strumento a supporto dell’imprenditoria locale, è documento di trasparenza e comprende una grande quantità di voci consultabili on-line.

I dati relativi alle visite al sito confermano l’attenzione da parte anche di esperti e professionisti. In questa edizione le voci monitorate sono 2.531, ripartite in due sezioni: la prima comprende n. 1.502 opere edili, la seconda n. 290 opere da idraulico e n. 739 opere da elettricista. Tutte le voci si riferiscono ai prezzi, rilevati sul mercato, di prodotti e servizi del comparto edile. L’edizione 2017 del Listino sarà disponibile "on line", in forma gratuita, all'indirizzo Internet del sito www.romagna.camcom.gov.it/prezzi.

"L’attività di rilevazione dei prezzi rientra tra i compiti istituzionali assegnati alle Camere di commercio - ricorda Fabrizio Moretti, presidente della Camera di commercio della Romagna -. Tali rilevazioni hanno un evidente ruolo nel garantire la trasparenza del mercato, inoltre, pur avendo un valore informativo e indicativo delle quotazioni di mercato, costituiscono uno strumento di risoluzione delle controversie. Ritengo importante il lavoro svolto e il risultato raggiunto. Uno strumento utile sia per gli operatori del settore, sia per il sistema imprenditoriale territoriale". I dati del settore costruzioni elaborati dall’ufficio Statistica e Studi della Camera di commercio della Romagna su fonti varie.

Il settore delle costruzioni in provincia di Forlì-Cesena

In termini strutturali, al 30 giugno, le imprese attive del settore con sede in provincia di Forlì-Cesena risultano 5.600, pari al 15,1% sul totale delle imprese attive (16,3% a livello regionale e al 14,4% a livello nazionale). Le imprese del settore si sono ridotte dell’1,1% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno; risultato peggiore della media regionale (-0,9%) e nazionale (-0,8%). I dati economici congiunturali (rilevazione di Unioncamere Emilia-Romagna) evidenziano, a fronte di un lungo periodo di crisi, un miglioramento della situazione del settore a partire dal terzo trimestre del 2016, con variazioni trimestrali congiunturali positive del volume di affari. Con riferimento al 2018 (secondo trimestre), la variazione del volume d’affari (media degli ultimi 12 mesi) è stata pari al +3,5%, mentre il trend degli ultimi due anni è pari al +2,2%.

Nel comparto immobiliare si registra una buona vivacità nel numero di transazioni normalizzate (NTN): 3.418 nel 2017 (+8,9% rispetto al 2016) (secondo i dati dell'Agenzia delle Entrate – Osservatorio mercato immobiliare). Il settore riporta ancora una importante contrazione dei prestiti da parte del sistema creditizio: la variazione al secondo trimestre 2018 riferita al medesimo periodo del 2017 è pari al -8,5% (-3,9% per l'Emilia-Romagna), anche in seguito alla rilevante incidenza dei crediti deteriorati (sofferenze) riscontrato negli ultimi 4 anni (secondo i dati di Banca d’Italia - Ufficio Ricerca Economica filiale di Bologna).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento