Economia circolare, la nuova frontiera per il territorio: se ne parla in un convegno

L'economia circolare è una sfida che interpella imprese e cittadini, puntando sui nuovi materiali e i rifiuti non visti come un costo ma come opportunità, ad esempio creando energia da destinare alle aziende

"Economia circolare: obbligo o opportunità?": è il tema che verrà approfondito lunedì alle 17,30 alla sala Convegni della Confartigianato Cesena in Ilaria Alpi, 49, al convegno organizzato dall’Associazione Benigno Zaccagnini con la collaborazione di Confartigianato Federimpresa Cesena. Interverrà, fra i tanti autorevoli ospiti relatori, anche il ministro all’Ambiente Gianluca Galletti, che in agosto ha visitato Confartigianato Cesena ed alcune esperienze territoriali d’impresa, protagoniste in progetti nell’economia circolare. L'economia circolare è una sfida che interpella imprese e cittadini, puntando sui nuovi materiali e i rifiuti non visti come un costo ma come opportunità, ad esempio creando energia da destinare alle aziende. Una nuova frontiera prefigurata anche dagli obiettivi dell'Unione Europea che mira a realizzare una percentuale fra il 75 e l'80% di riciclo entro il al 2030.

La lotta contro le emergenze climatiche, in particolare, impone soluzioni strutturali che limitino nefaste conseguenze ambientali e il surriscaldamento del clima. Le istituzioni se ne stanno occupando ai vari livelli di governo, ma occorre anche agire sulla prevenzione, per cambiare i comportamenti inquinanti e ottimizzare l'uso delle risorse, sia da parte dei cittadini sia delle imprese. L’iniziativa offrirà l’opportunità di ascoltare gli attori istituzionali che definiscono le politiche ambientali e che promuovono le azioni per agevolare la transizione dell’economia circolare.  Una prospettiva che coinvolgerà sempre più anche il mondo produttivo non solo nelle pratiche di recupero, riciclaggio, riutilizzo e riuso, ma anche nell’innovazione ripensando processi di lavoro, sviluppando prodotti eco-sostenibili e riprogettando nuovi modelli di business.

E’ questo il circuito virtuoso dell’economica circolare, un obbligo ineludibile e nel contempo una straordinaria opportunità di sviluppo.
Occorre infatti diminuire gli sprechi di risorse per realizzare un contesto economico-produttivo orientato all’eco-sostenibilità. Già nel nostro territorio di  sono imprese che operano in questo settore con lusinghieri risultati Imperativo categorico è la diminuzione degli gli sprechi di risorse per favorire un contesto economico-produttivo orientato all’eco-sostenibilità.

Saranno presenti tra gli altri il sindaco Paolo Lucchi, l’europarlamentare Damiano Zoffoli, l’assessore Regionale alle politiche ambientali Paola Gazzolo, l’amministratore delegato di Orogel Bruno Piraccini. Seguiranno testimonianze dell’impegno nella promozione dell’economia circolare da parte del presidente della Commissione Regionale Territorio e Ambiente Manuela Rontini, della consigliera regionale Lia Montalti e dell’impresa Casadei Pallets di Cella di Mercato Saraceno, insignita del premio per lo sviluppo sostenibile alla Fiera Ecomondo di Rimini 2017. Confartigianato Regionale e Form-Art, ente di formazione del sistema, hanno infatti siglato una collaborazione con il Ministero dell’Ambiente che coinvolge le piccole e medie imprese nella sfida dell’economia circolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento