E45, Confcommercio: "Patto d'onore al capezzale della Romagna spezzata"

E' stato il punto d’unione e di forza del Vox Populi di Confcommercio Cesena

Nella foto il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani si rivolge all'on. Marco Croatti di Cinquestelle

Patto d’onore al capezzale della Romagna spezzata: sulla E45, sulle infrastrutture stradali e del trasporto, su tutto quanto serve al territorio per favorire la mobilità e lo sviluppo. E' stato il punto d’unione e di forza del Vox Populi, che si è tenuto a Teleromagna promosso da Confcommercio cesenate sull’emergenza E45 (in onda giovedì alle 21 Canale14 di Teleromagna), dopo la chiusura del viadotto che ha determinato la drammatica situazione della Romagna e dell'Italia spezzata, con le imprese termali che in questo mese hanno registrato già un calo del 20% delle presenze e del fatturato.

A dialogare sindaci della Valsavio, amministratori pubblici, tecnici, imprenditori, rappresentanti di organizzazioni economiche e sindacalisti. Taglio romagnolo, perché il dramma è di una Romagna e di un'Italia spezzata, ma grande attenzione sull'emergenza in Valle del Savio. Il presidente Patrignani ancora una volta nelle vesti di coagulatore di forze per affrontare con lo spirito di squadra l'emergenza. 
Erano presenti anche Roberto Vignatelli, vicepresidente Confcommercio Forlì-Cesena, Mauro Mambelli, presidente Confcommercio Provinciale Ravenna, Paolo Lucchi, sindaco di Cesena, Enrico Salvi, Sindaco di Verghereto, Enrico Cangini, sindaco di Sarsina, Monica Rossi, sindaco di Mercato Saraceno, Massimo Bagnoli, imprenditore e Amministratore Unico di Combitras, la deputata Simona Vietina di Forza Italia, il parlamentare Marco Croatti,del M5S e membro della commissione permanente per Industria, commercio e turismo; Mauro Neri, presidente Confcooperative Cesena, Eugenio Fusignani, vicesindaco di Ravenna, l'ingegnere Riccardo Neri e il segretario regionale Uil Giuliano Zignani. Sono intervenuti anche gli imprenditori Loris Corzani, delle Terme Sant’Agnese, Romano Rossi, presidente Confcommercio di Sarsina, Daniele Biella, Marco Bragagni e Giuseppe Crociani, vicepresidente Confcommercio di Bagno di Romagna.

"Si è trattato di un Vox Populi molto utile - ha rimarcato Patrignani - perché sono state coagulate le forze di tutti per provare a risolvere il problema grave del trasporto bloccato e della Romagna spezzata. Questa emergenza deve essere affrontata con il contributo di tutti, secondo la Confcommercio. La situazione in cui ci si è venuti a trovare - aggiunge Patrignani - dipende anche dagli interventi mancati del passato, i nodi sono venuti al pettine: non aver predisposto la manutenzione e l’operatività della statale Tiberina ha fatto sì che ci si sia venuti a trovare senza la viabilità alternativa in caso di problemi della E45. Siamo purtroppo reduci da anni e anni di inadempienze e mancate programmazioni e manutenzioni. Ora le imprese e i cittadini chiedono interventi celeri sulla Tiberina e il ripristino al più presto totale del traffico sulla E45".

"La Romagna spezzata è un dramma che si estende anche alle altre aree, anche perché il blocco della E45 si aggiunge a quello della Ravegnana tra Forlì e Ravenna. Servono infrastrutture, serve manutenzione e ora bisogna agire meglio di come si è fatto in passato - ha proseguito Patrignani -. Come rappresentante delle associazioni imprenditoriali ero a Roma con la delegazione regionale - ha rimarcato ancora Patrignani - quando siano stati ricevuti dal ministro Toninelli, che ha assunto degli impegni, sui quali naturalmente attendiamo risposte tempestive, ma, ribadisco: se si è arrivati a questa situazione, che va risolta con celerità, è perché in passato ci sono state troppe inadempienze. Tutti ora siamo chiamati in causa: serve un patto d’onore per salvare l’economia montana e le sue imprese così duramente colpite dal dramma del blocco. Ai politici chiediamo risposte concrete e di non strumentalizzare questa emergenza a fini elettorali. Al parlamentare Croatti di Cinquestelle intervenuto all'incontro abbiamo richiesto di portare a Roma la richiesta di interventi rapidi, anche in termini di ammortizzatori sociali per le imprese colpite".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Il virus si 'conferma', il Cesenate ha i numeri migliori ma prosegue la scia di morti

Torna su
CesenaToday è in caricamento