Economia

Droni e kitesurf non hanno conosciuto crisi e ora hanno commesse per le Olimpiadi, la visita di Bonaccini

Ha vinto il bando come fornitore ufficiale di attrezzature per l’hydrofoil per le Olimpiadi di Parigi del 2024, dove per la prima volta esordirà la nuova disciplina sportiva olimpica del kitesurf

Droni e kitesurf, l’innovazione tecnologica ai massimi livelli in mostra nello stabilimento per il governatore Stefano Bonaccini. A parte il fermo di qualche settimana durante il primo lockdown, è come se il Covid-19 non fosse mai arrivato per  la Sab Eli di San Mauro Pascoli,  all’avanguardia nel mondo nella progettazione e realizzazione di elicotteri e aeroplani radiocomandati  per competizione sportive. Venerdì pomeriggio è stata visitata dal presidente della Regoine Emilia Romagna Stefano Bonaccini, dal consigliere regionale Massimo Bulbi e da rappresentanti di Confartigianato a cui Sab Eli è associata sin dai primordi ( il responsabile del comitato comunale Bruno Dellamotta, il vicesegretario Giampiero Placuzzi, il responsabile Categorie e Mercato Eugenio Battistini), per condividere le nuove progettualità e i successi crescenti sul mercato.

La Sab Eli, che ha lo stabilimento in via Bossa a San Mauro Pascoli con il suo marchio Moses, ha vinto il bando come fornitore ufficiale di attrezzature per l’hydrofoil per le Olimpiadi di Parigi del 2024, dove per la prima volta esordirà la nuova disciplina sportiva olimpica del kitesurf. “L’impresa nostra opera principalmente in due comparti produttivi - hanno spiegato i titolari Stefano Baiardi e Enrico Bernabei -: il settore delle discipline veliche e quello della progettazione e realizzazione di elicotteri e aeroplani radiocomandati, con uno
stabilimento in Vietnam. Ma da mesi abbiamo  avviato anche  un nuovo ramo di attività incentrato sui droni per la sicurezza”.  Al presidente Bonaccini è stato mostrato un prototipo.

Durante il periodo del lockdown la produzione si è temporaneamente fermata, ma sono continuati ad arrivare ordini da tutti il mondo e alla riapertura la mole di lavoro è risultata tale da richiedere l’assunzione di nuovi collaboratori, oggi una ventina. Il fatturato è stato in crescita anche nel 2021 e così nei primi mesi del 2021. L’impresa ha inaugurato quattro anni fa  la nuova sede nella zona artigianale e l'intraprendenza dei titolari promette un'ulteriore crescita imprenditoriale nella fase della definitiva ripresa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droni e kitesurf non hanno conosciuto crisi e ora hanno commesse per le Olimpiadi, la visita di Bonaccini

CesenaToday è in caricamento