Dopo decenni da dipendente Ombretta si mette in proprio, ecco "La Sarta"

"Mi sono lanciata, ho pensato che fosse il momento giusto e non potevo più  aspettare: creerò modelli per donna di ogni tipo"

Una nuova sarta con il laboratorio aperto oggi in città e con le idee molto chiare. "A 54 anni anni dopo aver imparato tanto ho deciso di mettermi in proprio e di coronare il mio sogno di diventare imprenditrice artigiana. E così oggi ho aperto il mio laboratorio "La Sarta" in via Cattaneo a Cesena", dice l'interessata. Una storia esemplare, quella di Ombretta Severi, di vocazione cullata, curata e concretizzata dopo una lunga carriera di dipendente nelle industrie e nelle imprese artigiane del settore moda, fra cui l'azienda Camac. E' associata Confartigianato, che l'ha assistita con i suoi servizi e consulenze nell'apertura dell'attività.

"Decenni di lavoro in cui ho appreso le tecniche, da quelle più elementari al Cad - afferma Ombretta Severi - dopo aver fin da ragazzina scelto questo percorso professionale perché mi piaceva cucire, riparare, confezionare, modellare  e creare. Ora mi sono lanciata, ho pensato che fosse il momento giusto e non potevo più  aspettare: creerò modelli per donna di ogni tipo, a seconda delle esigenze, anche abiti da sposa, religiosi per comunione cresima, anche abiti talari mentre per l'uomo tutto tranne il capospalla, con in aggiunta le riparazioni e l'arredo domestico dalla tovaglia ai tessuti ricamati. La sarta è un mestiere di nicchia, artigianato di qualità, ma c'è una buona  ripresa del settore, dopo tanta standardizzazione c'è il desiderio di tornare al capo su misura, personalizzato. Vestirsi bene in modo da provare piacere non è un bene voluttuario, ma necessario e fondamentale per sentirsi meglio con se stessi e con la propria immagine. Quello del sarto è un mestiere sì antico, ma  risulta essere ancora tra le figure professionali più ricercate. Il sarto  è un artigiano, una persona che ha sviluppato tutta una serie di abilità (per nulla semplici) che gli permettono di realizzare un abito seguendone tutti i suoi passaggi: disegnare, modificare, riparare, cucire, confezionare solo solo alcune delle attività che i sarti devono essere in grado di fare nell’arco della loro giornata lavorativa". 

"Ho anche insegnato questo mestiere in corsi per le nuove leve ed ora mi sento pronta ed entusiasta per farlo in prima persona come sarta imprenditrice artigiana. Ringrazio Confartigianato, ottima partner nell'aiutarmi nelle pratiche e nelle incombenze del mio grande passo".

"L'avvio dell'impresa di sartoria di Ombretta Severi - dichiara la presidente di Confartigianato Moda cesenate Lorena Fantozzi - è una ulteriore iniezione di fiducia per il nostro settore che si amplia ed è particolarmente significativo anche il suol accesso al mondo imprenditoriale così preparato e vissuto con grande consapevolezza e partecipazione dopo tanti anni di lavoro come dipendente in cui ha acquisito tutti gli strumenti per poter mettersi in proprio. Il nostro gruppo Confartigianato moda le offrirà un ambito di crescita per il confronto con colleghe e colleghi, grazie ad iniziative di aggiornamento e formazione  per essere sempre più competitivi in un mercato selettivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

Torna su
CesenaToday è in caricamento