Distretto del calzaturiero: rinnovato l’accordo per la legalità tra Cna e San Mauro

Cna da anni elabora proposte per sostenere le imprese del settore e, di conseguenza, la produzione stessa

Roberta Alessandri nella foto

l distretto calzaturiero del Rubicone, che ha il suo fulcro a San Mauro Pascoli ma si estende nei comuni di Savignano sul Rubicone, Gatteo, Gambettola, Longiano e Cesenatico, continua ad essere una delle colonne portanti dell’economia del territorio. Questo con alti e bassi, frutto dei risultati variabili del mercato. E’ recente il dato che vede l’export del distretto nel terzo trimestre 2015 segnare una contrazione del -14%, soprattutto per la crisi in Russia.

“Le calzature prodotte nel nostro territorio continuano a godere di una fama di qualità che ne è la fortuna , sottolinea Marco Gasperini presidente di Cna Est Romagna- e noi crediamo che questa fama debba continuare nel tempo. Questa reputazione nasce dal contributo di tutte le imprese che costituiscono la filiera, a partire dal “saper fare” artigiano che è insito nelle aziende di questo territorio, che è cresciuto insieme alla scarpa del Rubicone e che, a sua volta, ha fatto la fortuna della scarpa del Rubicone, garantendone il successo”.

Per questo Cna da anni elabora proposte per sostenere le imprese del settore e, di conseguenza, la produzione stessa. Una delle proposte sta nel garantire la qualità attraverso il rispetto delle regole produttive e, quindi, della legalità. "Chi produce fuori dalle regole - ricorda Roberta Alessandri, presidente di Cna Federmoda Forlì-Cesena - lo fa anche a dispetto della qualità, facendo concorrenza sleale sui prezzi e mettendo in crisi tutto l’impianto produttivo del distretto. Per questo nel 2015 abbiamo proposto all’amministrazione di San Mauro un protocollo per agevolare le verifiche su chi lavora completamente ai margini della legalità, come garanzia per tutti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il protocollo è stato confermato e rilanciato anche per l’anno 2016. Cna, non solo si impegna concretamente a raccogliere le segnalazioni e attivare le istituzioni: comune, polizia municipale e guardia di finanza , ma ha attivato anche un accordo con l’associazione di intermediazione culturale Between che opera nel Rubicone, per agevolare anche le azioni verso imprese straniere, operanti sul territorio, affinché capiscano appieno l’importanza e il valore del rispetto delle regole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento