menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dazi dagli Usa, Confartigianato: "Danni alle imprese lattiero-casearie del territorio"

“Del resto – rileva il Gruppo di Presidenza di Confartigianato – gli Stati Uniti sono al terzo posto tra i 10 mercati di riferimento per le nostre esportazioni di alimenti"

Da qualche giorno sono scattati i dazi degli Stati Uniti su 93 prodotti made in Italy. Anche le imprese del territorio cesenate, provinciale e
romagnolo subiranno danni significativi. Secondo Confartigianato i settori più colpiti saranno quelli del settore lattiero-caseario in cui
operano oltre 1.900 imprese artigiane e che vanta ben 275 tipi di formaggi Dop e Igp. La Confederazione ha rilevato che, tra formaggi,
burro, yogurt, negli ultimi 12 mesi abbiamo esportato negli Stati Uniti prodotti per un valore di 312 milioni di euro, il più alto in Europa.

“Del resto – rileva il Gruppo di Presidenza di Confartigianato Cesena – gli Stati Uniti sono al terzo posto tra i 10 mercati di riferimento per
le nostre esportazioni di alimenti: volano negli Usa l’8,7% di pasta, olio, formaggi, carni, frutta e ortaggi venduti in tutto il mondo e il
26,1% del food venduto sui mercati extra Ue a 28.. Ora, a causa della politica commerciale dell’amministrazione Trump, questo patrimonio
economico e di cultura alimentare è a rischio. A risentirne potrebbero essere le regioni con il maggiore export negli Usa di prodotti
lattiero-caseario: in testa l’Emilia Romagna con 115 milioni di euro, seguita da Lombardia con 63 milioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento