menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, il 2017 "un anno straordinario" per Bagno: cresce l'ottimismo tra gli operatori

Il 2017 è stato un anno straordinario per Bagno di Romagna sia in termini di eventi (è stato l’anno del giro d’Italia) e sia in termini di presenze turistiche

L'andamento turistico di Bagno di Romagna ai raggi x. La Confesercenti Cesenate ha realizzato un sondaggio, intervistando 60 imprenditori del settore anche sulle prospettive future del comparto. “Come sarà la stagione turistica 2018 a Bagno di Romagna?” è stato il tema dell’indagine, realizzata dal Centro Studi Confesercenti, presentato martedì pomeriggio in un incontro/confronto con il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, Pasquale Ambrogetti, presidente della Confesercenti di Bagno di Romagna e Pierpaolo Rossi, responsabile della Confesercenti dell’Alto Savio oltre a Cesare Soldati e Graziano Gozi, presidente e direttore della Confesercenti Cesenate.

Il 2017 è stato un anno straordinario per Bagno di Romagna sia in termini di eventi (è stato l’anno del giro d’Italia) e sia in termini di presenze turistiche. E' stato registrato un aumento degli arrivi e delle presenze, con una crescita rispettivamente dell'11,61% (dai 90177 del 2016 ai 100648 dell'anno successivo) e del 5,63% (da 234973 a 248210). Flessione del 5,36% per quanto concerne la permanenza media, passata da 2,61 a 2,47 giorni. Il dato di Bagno è stato confrontato con quelli di altri comuni termali: se Castrocaro e Salsomaggiore sono in "rosso" per quanto concerne le voci arrivi, presenze e tempo di permanenza, andamenti positivi sono stati riscontrati per i comuni di Montecatini, Chianciano e Abano.

Nel primo bimestre (gennaio-febbraio) Bagno ha fatto registrare una flessione negli arrivi dell'1,03% e nelle presenze del 3,31%. Un dato negativo dovuto anche alle condizioni atmosferiche, con freddo e nevicate frequenti, che hanno inciso sugli spostamenti. Tra le imprese anche per il 2018 vi è un giudizio largamente positivo perché solo quasi il 17% del campione prevede come insufficiente l’andamento della prossima stagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento