"Dai dati Istat la conferma di una ripresa con molti protagonisti"

A parlare è Stefano Bernacci, Segretario di Confartigianato Federimpresa Cesena.

“I dati pubblicati dall’Istat sull’andamento del PIL nei primi mesi dell’anno si prestano a diverse letture.vDa una parte c’è la conferma di un trend di crescita che seppure con incrementi deboli continua nella sua positività. Dall’altra evidenziano come i protagonisti di questa dinamica non siano solo le imprese legate all’export ma anche quelle dei servizi e delle costruzioni”. A parlare è Stefano Bernacci, Segretario di Confartigianato Federimpresa Cesena.

“E’ il segno che qualcosa comincia a muoversi anche sul mercato interno e andrebbero meglio approfondite le dinamiche di cambiamento che in questi anni sono intervenute nel modo di fare impresa e nel rapporto con i consumatori finali. Acconto alle imprese che si giocano la partita competitiva sui mercati internazionali con risultati estremamente positivi puntando sulle eccellenze del Made in Italy è avvenuta in questi anni una grande trasformazione del tessuto imprenditoriale anche per quei settori che per caratteristiche e dimensioni fanno riferimento ai mercati locali. Nei servizi alle persone, alle cose e alla produzione, nelle costruzioni e nelle piccole produzioni a km 0 l’evoluzione dei mercati e dei bisogni dei clienti hanno accelerato fenomeni di cambiamento che cominciano a produrre nuovi effetti sui mercati”.

“Questa è la bellezza di un sistema imprenditoriale fatto prevalentemente di micro, piccole e medie imprese che ogni volta che viene dato per vecchio, spacciato e superato riesce ad innovarsi per essere pronto al giudizio più importante per ogni imprenditore: quello del mercato. Per ogni impresa è il mercato il termine di paragone rispetto al quale misurare le proprie capacità. Possono essere mercati internazionali o locali, per prodotti o servizi, ma ogni impresa, grande o piccola, quotidianamente mette alla prova la propria creatività, capacità di innovazione e dinamismo” dice ancora Bernacci.

“E’ la bellezza del fare impresa e la dura realtà della competizione. La biodiversità economica è la ricchezza del nostro sistema imprenditoriale e occorrono politiche consapevoli di questa diversità, per favorire modelli di sviluppo competitivi nella loro complessità. I dati istat danno evidenza a quello che già sapevamo e che orgogliosamente come Confartigianato rivendichiamo: la modernità delle piccole imprese e la conferma del loro ruolo per le dinamiche economiche e sociale dei nostri territori e del nostro paese. Lunedì sera nel nostro Confartigianato day dal titolo emblematico e consapevole “E’ il mercato, bellezza!” parleremo proprio di queste tematiche ascoltando le testimonianze delle nostre imprese e chiedendo per l’ennesima volta ai nostri interlocutori politici, economici e sociali di partecipare con maggiore impegno e convinzione alla creazione di un ambiente più favorevole al fare impresa e allo sviluppo ricordando che "quello che va bene per le piccole imprese va bene per il Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento