Crisi, sindacati e Confindustria uniti: "Faremo la nostra parte"

Salvaguardare l'integrità del sistema produttivo locale, difendere i posti di lavori esistenti e cercare di rilanciare l'economia partendo dalla qualità del lavoro. Intesa tra Confindustria e i tre sindacati

Salvaguardare l'integrità del sistema produttivo locale, difendere i posti di lavori esistenti e cercare di rilanciare l'economia partendo dalla qualità del lavoro e dall'importanza del settore manifatturiero sul territorio provinciale. Sono gli obiettivi comuni che uniscono Confindustria e le tre sigle sindacali sul territorio provinciale, Cgil, Cisl e Uil di Forlì e Cesena. Un'intesa arrivata al termine di un incontro tra l'associazione degli industriali e i rappresentanti dei lavoratori, che hanno sottoscritto insieme una nota che fissa gli impegni che ciascuno cercherà di protare avanti.

Industriali e sindacati condividono la lettura della “straordinarietà della congiuntura economica che il territorio sta attraversando” e il “contesto di forte mutamento delle condizioni di mercato interno ed esterno”. Mutamenti che riguardano anche le condizioni di “competitività e di marginalità delle imprese, nell’ambito del quale i tradizionali strumenti di gestione delle crisi perdono progressivamente di efficacia”.

Anche per questo le parti hanno “ribadito la volontà di operare, ciascuno nella propria autonomia e nella considerazione dei rispettivi ruoli, per salvaguardare la continuità del sistema produttivo, della occupazione, e dei diritti di chi lavora condividendo la rilevanza del tessuto economico rappresentato dalle imprese manifatturiere nel territorio”.

In particolare è stata sottolineata “l’esigenza di tutelare il valore intrinseco e la qualità del lavoro come presupposti di continuità del patrimonio di professionalità delle imprese, in un contesto in cui le figure imprenditoriali e le competenze del lavoro manuale e tecnico rappresentano la condizione indispensabile per lo sviluppo e opportunità di crescita per il futuro”.

Confindustria e sindacati “convengono sulla opportunità di avviare un costruttivo dialogo e confronto, nell’ambito del reciproco rispetto di ruoli e funzioni, anche alla luce delle linee di riferimento del recente Accordo Regionale del 30 novembre scorso ,al fine di creare le condizioni per uno sviluppo economico produttivo e sociale del nostro territorio”.

A tale proposito sono previsti ulteriori momenti di confronto che saranno in particolare dedicati all’approfondimento delle specificità del territorio forlivese e cesenate e sulle possibili proposte e azioni atte a favorire crescita e competitività del sistema produttivo locale e qualità e quantità dei livelli occupazionali. Una priorità in un momento di crisi profonda come quello che stiamo attraversando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento