Domenica, 14 Luglio 2024
Banche

Credito Cooperativo Romagnolo, fissata l'assemblea: "Oltre 1,6 miliardi di euro in risparmi"

“Il Credito Cooperativo Romagnolo – interviene il direttore fenerale Giancarlo Petrini - in questi 6 anni ha svolto il proprio ruolo di sostegno all’economia locale"

Approvazione del Bilancio d’Esercizio 2021 e rinnovo delle cariche sociali. Sono questi i punti principali all’ordine del giorno dell’Assemblea Ordinaria dei Soci del Credito Cooperativo Romagnolo, fissata in seconda convocazione per il giorno 5 maggio con la modalità del Rappresentante Designato. Per esprimere il proprio voto su ogni punto all’Ordine del Giorno, il Socio potrà compilare l’apposita documentazione da consegnare entro il 28 aprile nelle filiali della Banca o nello studio del Notaio incaricato, oppure inviando una pec o una raccomandata. Sul sito della Banca sono disponibili tutte le informazioni su come procedere: www.ccromagnolo.it/assembleasoci2022/.

“L’approvazione del bilancio ed il rinnovo delle cariche sociali – sottolinea il presidente Valter Baraghini - sono i contenuti principali dell’assemblea 2022 che si svolgerà con la modalità del Rappresentante designato come disposto dal decreto legge 18/2020 convertito nella Legge numero 27/2020 e successive modificazioni, modalità indicata con apposita Direttiva dalla Capogruppo e adottata anche dalle altre Bcc del Gruppo Bcc Iccrea. Aggiungo come il rappresentante designato sia stato individuato nella persona del Notaio Marco Maltoni di Cesena. Non ci sarà un’assemblea in presenza ma per fornire ai Soci tutte le informazioni sull’andamento del 2021, oltre alle comunicazioni e alla documentazione già a disposizione, abbiamo ritenuto opportuno organizzare alcuni incontri con i Soci, come da programma che è già stato pubblicato (vedi riquadro a parte), per approfondire gli argomenti, scambiare considerazioni e avere un utile confronto con i Soci”.

“Il Credito Cooperativo Romagnolo – interviene il direttore fenerale Giancarlo Petrini - in questi 6 anni ha svolto il proprio ruolo di sostegno all’economia locale, conseguendo tutti gli obiettivi strategici fissati fin dal 2016, primo anno di attività dopo l’aggregazione tra Banca di Cesena e Bcc Gatteo. Nel 2021 i volumi della Banca sono cresciuti del 10%, in particolare per quanto riguarda la gestione dei risparmi della clientela, che complessivamente superano 1,6 miliardi di euro, a conferma della fiducia accordataci. Il Margine Operativo nel 2021 ha superato i 10 milioni di euro (lo scorso anno 7,6 milioni euro) quasi totalmente destinati, per scelta prudenziale del Cda, all’azione di progressiva copertura del rischio di credito; una scelta che ovviamente va a discapito degli utili, che effettivamente ogni anno potevano essere maggiori se consideriamo i significativi importi destinati alla collettività per sostenere le tante iniziative di carattere sociale, culturale, sportivo che si sono potute realizzare anche grazie al contributo del Credito Cooperativo Romagnolo, ormai unica Banca locale con sede e Direzione sul territorio".

"Ritornando al tema del credito, in questi 6 anni sono stati ridotti drasticamente i crediti deteriorati che a fine 2021, al netto delle svalutazioni, ammontano a 33,8 milioni (erano più di 128 milioni di euro ad inizio 2016) - continua -. È migliorato sensibilmente il Texas Ratio, l’indice che mette in raffronto i crediti deteriorati con il Patrimonio e che definisce solida una banca se inferiore al 100%; il Texas Ratio della Banca a fine 2021 è al 43,6% (era al 154% ad inizio 2016). Solidità della Banca confermata dal Cet 1 che si attesta al 16,3%, in linea con le medie nazionali e di molto superiore ai minimi richiesti dall’Autorità di Vigilanza”. 

“Con riferimento alla solida cornice della Banca appena descritta – sottolinea il presidente Baraghini – l’inserimento nel consiglio d'amministrazione della Banca di un rappresentante di Iccrea, nella persona di Marco Pistritto, è avvenuto nell’ambito esclusivo dei rapporti fra gli Organi Sociali della Bcc, a seguito delle dimissioni di alcuni dei loro componenti e nel rispetto delle prerogative previste dal Contratto di Coesione che lega il Credito Cooperativo Romagnolo (così come le altre 122 BCC del Gruppo Bcc Iccrea) alla Capogruppo Iccrea Banca”.

Il Credito Cooperativo Romagnolo dal 2019 aderisce al Gruppo Bancario Iccrea, che è il maggiore gruppo bancario cooperativo italiano, l’unico gruppo bancario nazionale a capitale interamente italiano, costituito da 123 Bcc, presenti in oltre 1.700 comuni italiani con quasi 2.500 sportelli, oltre che da diverse società del perimetro diretto. Le banche del Gruppo al 31 dicembre 2021 hanno realizzato su tutto il territorio italiano circa 89 miliardi di euro di impieghi netti e una raccolta diretta da clientela pari a circa 122 miliardi di euro, presenta un Cet 1 Ratio del 17,7% e può contare su più di 3 milioni di clienti e oltre 845 mila soci. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credito Cooperativo Romagnolo, fissata l'assemblea: "Oltre 1,6 miliardi di euro in risparmi"
CesenaToday è in caricamento