rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia Cesenatico

Corsini a Cesenatico ospite di Confcommercio: "In arrivo 2 miliardi di euro del Pnrr per il turismo"

Due miliardi per il turismo e le imprese turistiche, grazie al Pnrr, da cui trarrà beneficio anche la riviera romagnola e avanti con i progetti infrastrutturali per rendere la costa più veloce e fluida negli spostamenti, a partire dalla ferrovia veloce della riviera

Due miliardi per il turismo e le imprese turistiche, grazie al Pnrr, da cui trarrà beneficio anche la riviera romagnola e avanti con i progetti infrastrutturali per rendere la costa più veloce e fluida negli spostamenti, a partire dalla ferrovia veloce della riviera. E' emerso, di fronte a un centinaio di partecipanti -grande risultato -, al Palazzo del Turismo di Cesenatico durante il convegno sugli "Strumenti per il sostegno finanziario alle imprese turistiche", promosso da Confcommercio di Forlì-Cesena e da Confcommercio della provincia di Ravenna in collaborazione con Ri-Genera Impresa, Fin-promo.ter e Federalberghi Emilia Romagna.

Sono stati presi in esame i principali interventi previsti per il settore turistico e ricettivo e le modalità per condurre una ottimale gestione finanziaria. ed è stata l’occasione per raccogliere dagli autorevoli ospiti input e sollecitazioni per concorrere allo sviluppo e alla riqualificazione del sistema ricettivo che rappresenta un asset strategico dell’economia territoriale del sistema Romagna.
Assente per indisposizione il presidente Confcommercio di Forlì- Cesena Augusto Patrignani, sono intervenuti il presidente di Confcommercio Cesenatico Giancarlo Andrini, a fare gli onori di casa, il presidente di Confcommercio di Ravenna Mauro Mambelli, il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli. Alla tavola rotonda, moderata dal giornalista Piergiorgio Valbonetti, hanno preso parte Leandro Pasini, presidente associazione albergatori di Cesenatico Adac, Gianni Casadei, presidente associazione Albergatori di Cervia-Milano Marittima, Marco Morigi, presidente dell’associazione Albergatori di Gatteo Mare, Alessandro Giorgetti, presidente Federalberghi Emilia Romagna e Pietro Fantini, direttore di Confcommercio Emilia Romagna e presidente della Fondazione Its Turismo e Benessere. Gli interventi tecnici sono statti a cura di Pierpaolo Ciuoffo,direttore generale Fin.promo.ter; Giovanni Tassinari, Giacomo Milandri, Andrea Casadei e Francesco Giunchi. Le conclusioni sono state stilate dall’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, ospite d’eccezione al convegno.

“Il convegno - è stato messo in luce dalle Confcommercio promotrici - rappresenta una straordinaria opportunità per fare il punto sulla dotazione degli strumenti per il sostegno finanziario alle imprese turistiche che possono consentire loro investimenti e adeguamenti peri l rilancio e la piena ripartenza di un comparto strategico del tessuto produttivo, quello del turismo, il nostro petrolio, di cui l’ambito rivierasco costituisce la punta d’eccellenza in un territorio contraddistinto dai turismi integrati. Le Confcommercio di Forlì-Cesena e di Ravenna ragionano in un’ottica di area vasta sul turismo, uniscono le forze per conseguire risultati sempre maggiori a beneficio delle imprese associate”.

Nella vivace tavola rotonda, i presidenti delle associazioni albergatori di intervenuti hanno puntato molto sulla richiesta all'ente pubblico di sostegni agli investimenti strutturali e semplificazioni burocratiche per incentivare ed agevolare gli investimenti e quindi i flussi turistici verso il turismo della costa romagnoli, da abbinare alla dotazione di adeguate infrastrutture e in questa direzione è stato ribadito che il vettore aereo e le arterie di trasporto veloci che riducono l'intasamento del traffico stradale sono di fondamentale importante per agevolmente raggiungere le località rivierasche romagnole. Significativa, da parte dell'assessore regionale Andrea Corsini, la rassicurazione espressa nel suo intervento, che la Regione intende sostenere tutti gli aeroporti in maniera paritetica, e con essi quelli della Romagna e il Ridolfi di Forlì che ha ripreso la sua operatività. L'altra richiesta dei presidenti degli albergatori è stata quella di utilizzare al meglio e rafforzare le risorse di carattere regionale e nazionale affinché è i piani di investimenti abbiano un arco temporale sostenibile. Un'altra esigenza molto avvertita riguarda azioni virtuose per rendere più fluido il ricambio generazionale necessario per innovare e dare continuità ad un settore strategico per tutta la filiera.

Per quel che concerne le infrastrutture, che debbono andare a braccetto col turismo, l'assessore regionale Corsini si è soffermato sulla ferrovia veloce di costa che indicato come obiettivo necessario e perseguibile, in raccordo operativo com e il cui tema va affrontato anche con le amministrazioni locali per l’ottimale predisposizione dei cantieri e per la eliminazione dei passaggi a livello per rendere più rapida ed efficace il trasporto ferroviario costiero.

Sulla stagione estiva da poco conclusa, l’assessore Corsini ha messo in luce che il recupero rispetto al 2020 falcidiato dalla pandemia è stato buono, anche se ancora non si è tornati ai dati delle presenze del pre-Covid anche se innegabilmente il turismo costiero durante la pandemia ha La notizia più importante è stata l’assicurazione da parte dell’assessore che con il Pnrr si potrà contare di un fondo di due miliardi di euro per il turismo, su cui la Regione conta per poter implementare le misure in essere comprese quelle con l’intervento dei Confidi come quella di Eureka. Dal confronto è emersa inoltre la necessità imprescindibile della formazione perla qualificazione dei giovani, processo culturale che può indirizzarli ad intraprendere la professione di albergatore o di dipendente e collaboratore di una struttura ricettive come figura di eccellenza e non come occupazione di secondo piano”.

La parte informativa sugli strumenti finanziari, grazie anche alle comunicazioni agili ed esaurienti degli esperti, ha calamitato l’attenzione degli imprenditori presenti. Fin.Promoter e Rigenera attraverso i loro rappresentanti hanno fornito gli elementi per valutate quanto sia decisiva per l’impresa l'assistenza finanziaria e la giusta collocazione delle risorse disponibile grazie a due attori del settore degli strumenti finanziari che sul campo hanno dimostrato di operare cona eccellenza nel guidare le imprese verso la loro  riqualificazione ed innovazione sfruttando ogni possibile forma di agevolazione.

Il dato sull’operatività di Rigenera Impresa è eloquente: solo quest’anno sono stati erogati  contributi al sistema delle imprese della filiera ricettiva e ristorazione per un importa superiore ai due milioni di euro con una percentuale di approvazione dei progetti pari al 99%. Gli strumenti finanziari sono indispensabili, ma altrettanto lo sono i canali giusti ed efficaci  a cui rivolgersi per poterne fruire.
                                                                  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsini a Cesenatico ospite di Confcommercio: "In arrivo 2 miliardi di euro del Pnrr per il turismo"

CesenaToday è in caricamento