Confcommercio: "Inaccettabile il cibo da asporto e a domicilio per gli agriturismi"

Lo rimarca Fipe Confcommercio cesenate, attraverso i suoi presidenti Vincenzo Lucchi (ristoratori) e Angelo Malossi (baristi)

“Inaccettabile permettere agli agriturismi di vendere cibo da asporto  e anche a domicilio". Lo rimarca Fipe Confcommercio cesenate, attraverso i suoi presidenti Vincenzo Lucchi (ristoratori) e Angelo Malossi (baristi). “Va in discussione in Commissione Politiche economiche della Regione Emilia-Romagna il progetto di legge d'iniziativa della Giunta "Interventi urgenti per il settore agricolo ed agroalimentare" che se approvato senza modifiche permetterebbe agli agriturismi la possibilità di vendere cibo da asporto e anche a domicilio. Questo progetto di legge, se approvato - sancirebbe l’ennesima iniquità verso il settore dei pubblici esercizi, che già da tempo denuncia pratiche scorrette da parte dell’agriturismo, che opera nel medesimo mercato con regimi fiscali, urbanistici, igienico-sanitari e contrattualistici completamente differenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stesso mercato, stesse regole - rimarcano i presidenti Fipe Confcommercio cesenati Malossi e Lucchi - : lo diciamo da tempo e lo ribadiamo con forza anche in questo caso soprattutto in questa fase ancora emergenziale a causa del covid-19 in cui, nonostante la riapertura, il settore dei pubblici esercizi sta soffrendo cali di fatturato fino al 70% e che, in parte, riesce a salvarsi con asporto e delivery. L’inserimento di questa ulteriore possibilità per l’agriturismo, che parte già avvantaggiato da regole diverse sul medesimo mercato, significherebbe affossare le già flebili speranze di sopravvivenza del settore dei pubblici esercizi. Un'istanza assolutamente irricevibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento