Economia

Confcommercio: "I negozi riaprono dopo il flop dei saldi, tra crisi e chiusure"

“Servono aiuti immediati alle imprese –afferma lil presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani - , liquidità, moratorie fiscali e contributive, sostegni"

"I saldi invernali, tra la crisi generale provocata dall'emergenza pandemica  e le chiusure in zona rossa, sono stati un tonfo (meno 40% rispetto all'anno scorso) e  lunedì alla riapertura i negozi di abbigliamento troveranno un po' di ossigeno in una situazione di serissima crisi". Lo sottolinea Confcommercio. “Da una nostra indagine  – afferma il presidente Confcommercio cesenate Giorgio Piastra - emerge che fino a prima della zona rossa e della chiusura durante i saldi per il 66% delle imprese c’è stato un peggioramento, seguono quelle che hanno avuto una stabilità (19,4%), mentre il 14% ha venduto di più. Il calo, per un'impresa su quattro è stato tra il 50 e il 90%, per effetto dei forti sconti proposti alla clientela pur di smaltire le scorte. Quasi otto imprese su 10  ha  proposto sconti tra il 30 e il 50% e il 33,8% del 50%. La maggior parte delle transazioni è avvenuta cashless, soprattutto con pagobancomat".

“Servono aiuti immediati alle imprese –afferma lil presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani - , liquidità, moratorie fiscali e contributive, sostegni per far fronte alle locazioni commerciali e, considerando l'andamento in deficit dei saldi, un indispensabile contributo sotto forma di credito d'imposta del 30% sulle rimanenze, capace di superare l'annoso problema dei magazzini. Mentre i negozi al dettaglio soffrono come non mai nel Dopoguerra, i colossi del web registrano fatturati più che raddoppiati. Va bene la l'introduzione della digital tax, ma Confcommercio chiede che si possa operare veramente in un mercato a parità di regole e di tassazione  proporzionata agli introiti effettuati nel nostro Paese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio: "I negozi riaprono dopo il flop dei saldi, tra crisi e chiusure"

CesenaToday è in caricamento