rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Economia

Confcommercio cesenate compie 70 anni: tutto iniziò in via Chiaramonti

"La squadra dei pionieri era compatta allora come lo è adesso - rimarca il presidente Augusto Patrignani -.Abbiamo appena rinnovato le cariche sociali con 83 dirigenti neoeletti nei vari consigli che rappresentano oltre 2100 imprese"

Confcommercio cesenate compie 70 anni. L'associazione di Cesena e circondario nacque il 12 settembre 1945 poco dopo la fine della guerra, quando di fronte al notaio Ferdinando Zanuccoli si ritrovarono 14 commercianti soci fondatori, i pionieri Francesco Chiorri, Francesco Dell'Amore, Attila Foschi, Maria Ghirardi, Arturo Grassi, Francesco Mazzoli, Pietro Monti, Arnaldo Pantani, Giacomo Pantani, Ugo Pepoli, Pasquale Ravaioli, Giovanni Tomasini, Mario Venturi e Ezio Zuffa.

Primo presidente (confermato per tre mandati) fu Gino Grassi, i vicepresidenti Lionello Casali e Franco Chiorri. Imprenditori di qualità, persone adamantine, al servizio dell'associazione e mai di loro stessi. La prima sede fu in via Chiaramonti, poi venne quella di piazza Pia, quindi il ritorno in via Chiaramonti, in un palazzo di proprietà, successivamente il trasferimento nella zona Concessionarie per poi approdare nella attuale sede di via Giordano Bruno. "I primi 15 anni di vita - mette in luce il direttore Giorgio Piastra, 50 anni, in Confcommercio da oltre 30 anni - furono l'età eroica, con i commercianti che svolsero la funzione sociale insostituibile di assicurare in periodi di povertà di scarsità di prodotti la necessaria distribuzione delle merci, sia a chi pagava, sia a chi no: è rimasto leggendario il libro nero nel quale i negozianti segnavano i crediti da riscuotere perché nei primi anni dopo la guerra i clienti non pagavano subito e bisognava avere molta pazienza e fiducia. Con la loro disponibilità e dedizione al lavoro (allora i negozi erano praticamente sempre aperti) essi diedero un apporto straordinario alla ricostruzione che rimise in piedi Cesena e i territori periferici e svolsero un a funzione preziosa di presidio sociale nei confronti della popolazione, che stava riprendendo fiducia dopo la guerra".

"La squadra dei pionieri era compatta allora come lo è adesso - rimarca il presidente Augusto Patrignani -.Abbiamo appena rinnovato le cariche sociali con 83 dirigenti neoeletti nei vari consigli che rappresentano oltre 2100 imprese. Per noi i settant'anni non sono un punto di arrivo, ma di nuova partenza. Celebreremo l'evento come merita con un'iniziativa non solo commemorativa ma che metta in luce il ruolo centrale del commercio nelle città. Tre anni fa promuovemmo una mostra fotografica sulla presenza del commercio a Cesena nei decenni trascorsi  risalendo allo spirito dei pionieri, che è quello a cui ci rifacciamo, fedeli nella continuità, fra tradizione e innovazione: il commercio e le imprese sono al servizio della comunità e della città di cui sono pilastri insostituibili. La vera sfida di oggi e degli anni a venire consiste nell'applicare le risorse ogni giorno più straordinarie della modernità ai principi, allo stile e all'abito delle origini, alle nostre solide radici".

primasede-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio cesenate compie 70 anni: tutto iniziò in via Chiaramonti

CesenaToday è in caricamento