Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Confartigianato, una raccolta fondi per gli aiuti alimentari agli imprenditori in difficoltà

“Ci stiamo preoccupando dei nostri imprenditori in condizioni di bisogno e delle loro famiglie" rimarca il Gruppo di Presidenza Confartigianato formato da Daniela Pedduzza, Stefano Raffili e Marcello Grassi

Aiuti alimentari agli imprenditori in difficoltà. "Donacibo - Mi sta a Cuore”  è il progetto avviato da Confartigianato per il Sociale, in collaborazione con Banco di Solidarietà di Cesena e Fondazione Romagna Solidale, che hanno creato una rete di sostegno per raccogliere somme da devolvere in buoni acquisto di prima necessità alle famiglie di imprenditori in stato di necessità.

“Ci stiamo preoccupando dei nostri imprenditori in condizioni di bisogno e delle loro famiglie - rimarca il Gruppo di Presidenza Confartigianato formato da Daniela Pedduzza, Stefano Raffili e Marcello Grassi -. Nessuno deve restare indietro: questo vale anche per gli imprenditori che vivono un momento di difficoltà, per coloro che non hanno sostegno, che vivono esclusivamente del proprio lavoro e che quando questo manca non hanno le risorse per garantire le esigenze basilari delle proprie famiglie. Confartigianato è una comunità imprese fatte di persone e famiglie legate al territorio. Per noi appartenere significa sapere di potere contare gli uni sugli altri”.

  “La crisi precedente - aggiunge il Gruppo di Presidenza di Confartigianato Cesena  - ci ha insegnato che vi sono persone che rischiano di diventare invisibili nelle pieghe delle norme e degli interventi. Non vogliamo lasciarli soli, perché il valore artigiano è anche responsabilità sociale verso gli altri e il territorio. Per questo abbiamo ideato un un fondo per i piccoli imprenditori, artigiani e commercianti che necessitano di risorse per superare il momento, senza perdere la dignità”.

“Nel dettaglio il progetto - prosegue il Gruppo di Presidenza Confartigianato - prevede una  consegna alimentare non inferiore a 80 euro al mese per famiglie con due  persone, 120 euro al mese  per nuclei di tre persone e a crescere in base ai componenti, attraverso donazioni in alimenti a lunga conservazione. I  volontari che fanno capo a Confartigianato per il sociale, Banco di Solidarietà Cesena e Fondazione Romagna Solidale, opportunamente formati, confezionano pacchi alimentari nel magazzino di Cesena e li consegnano al domicilio delle persone in difficoltà temporanea con cui hanno una relazione di aiuto amichevole e orientata a favorire percorsi di autonomia. Sono previste anche erogazioni di voucher o buoni acquisto di generi alimentari per integrazione parziale o totale dei pacchi alimentari che le famiglie beneficiarie potranno utilizzare presso i supermercati in maniera autonoma. Privati e aziende possono contribuire rispettivamente attraverso la piattaforma di raccolta fondi Ginger e attraverso bonifico bancario sul conto corrente intestato a: FONDAZIONE ROMAGNA SOLIDALE, banca Credit Agricole – CARIPARMA IBAN: IT87 N062 3023 9330 0006 3639 730 Causale: “Donacibo Covid 19”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato, una raccolta fondi per gli aiuti alimentari agli imprenditori in difficoltà

CesenaToday è in caricamento