rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Confartigianato, una catena solidale per i profughi ucraini

L’intero sistema di Confartigianato Cesena è mobilitato per gli aiuti ai profughi ucraini

L’intero sistema di Confartigianato Cesena è mobilitato per gli aiuti ai profughi ucraini: imprese, dirigenti, personale e familiari in un circuito con le forze del volontariato territoriale che hanno avviato già da qualche settimana la creazione di un gemellaggio solidale una colonna mobile e un ponte umanitario con una città polacca a pochi chilometri dal confine dove confluiscono i profughi ucraini in fuga dalla guerra. Anche il responsabile della delegazione Valle Savio Maurizio Crociani venerdì 29 aprile partirà con un gruppo di otto persone alla volta di Przemysl, la città polacca dove è allestito il centro di accoglienza dei profughi, per portare aiuti concreti al popolo ucraino.

“Si tratta di un’iniziativa promossa della Confraternita di Misericordia Valle del Savio presieduta da Israel De Vito - spiega Crociani - che già ha effettuato un viaggio per trasportare viveri e prodotti nella città polacca. Un grande circuito ia cui danno il contributo tante forze fra cui Cesena Calcio e Totary Club. Confartigianato aderisce perché l’unione fa la forza e più siamo insieme più aiuti convogliamo. Oltre i responsabili della Misericordia e altri volontari faranno parte della comitiva i sindaci di Mercato saraceno Monica Rossi e di Sarsina Enrico Cangini. Porteremo cibo (preferibilmente in allumino, no plastica e vetro); bevande prodotti alimentari per bambini, medicine, prodotti per l’igiene, coperte, materassini, cuscini e altro materiale per la casa. Verrà creato un gemellaggio con la città polacca da parte dei nostri Comuni e Confartigianato si prefigge di realizzarne uno specifico con l’associazione dell’artigianato locale di Przemysl. In una cella del mercato ortofrutticolo di Cesena sono ricoverati viveri e prodotti già raccolti ed è ancora possibile consegnarli fino al 29 aprile, basta mettersi in contatto con i responsabili della Misericordia: 348-1796776 è il numero della segreteria”. Varie imprese cesenate aderenti a Confartigianato, non solo della valle del Savio, stanno effettuando donazioni. Una mobilitazione destinata ad ampliarsi e a durare nel tempo. Fra queste figurano “Emporio Pasta”, impresa di Cesenatico con titolare Loretta Angelini che produce pasta e “Belli freschi prodotti senza glutine” con titolare Anna Rita Giorgi nell’area artigianale di Valbiano nel comune di Sarsina, tra le prime a coinvolgersi con generosità.

“I nostri imprenditori associati si stanno integrando in questo circuito anche con il passaparola - afferma Crociani - e ci sono anche imprenditori che stanno accogliendo in casa dei bambini e adolescenti ucraini. Mi ha fatto molto piacere che i nostri imprenditori abbiamo detto di essere contenti che farò parte della comitiva come rappresentante di Confartigianato, a rappresentare il nostro mondo solidale. Porterò la bandiera associativa e prenderò subito contatto con la omologa associazione degli artigiani territoriale per creare relazioni: l’esistenza e la vicinanza dovrà durare anche quando finirà la guerra e inizierà la ricostruzione”. “Il pulmino per la Polonia parte il 29 aprile - conclude Crociani - e ci sono ancora alcuni giorni per provvedere alle donazioni. Vogliamo riempire il nostro pulmino. Al ritorno potremo trasbordare profughi da accogliere nel nostro territorio: un viaggio solidale che vuole portare aiuti e speranza a un popolo martoriato. Dentro questa bella impresa Confartigianato c’è e fa la sua parte”. Per informazioni e donazioni rivolgersi a miservalledelsavio@libero.it; cellulare 348-1796776. Chi vuole potrà effettuare versamenti per contributi all’emergenza Ucraina, l’Iban sarà comunicato dalla segreteria della Confraternita Misericordia Valle del Savio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato, una catena solidale per i profughi ucraini

CesenaToday è in caricamento