Confartigianato Moda, "Settore florido, cresce l'internazionalizzazione delle imprese"

“Nel confronto europeo relativo al 2018 – rimarca il presidente di Confartigianato Moda Cesena – l’Italia si posiziona al primo posto in UE per numero di occupati nel settore"

Crescono le imprese cesenati della moda. Il settore rappresenta più estesamente un punto di forza del made in Italy, grazie all’apporto di 79mila micro e piccole imprese dei settori del Tessile, dell’Abbigliamento, della Pelle, dell’Occhialeria e gioielleria capaci di generare un fatturato di 43,5 miliardi di euro, dando lavoro a 372mila addetti, due terzi (67,2%) degli occupati del settore.

Anche nel Cesenate sono centinaia le aziende strutturate del settore, varie delle quali nel comparto artigiano. Per le 58 mila imprese artigiane della moda si stima un fatturato di 21,3 miliardi di euro, pari al 22,5% del comparto Moda e un valore aggiunto di 6,1 miliardi di euro, pari al 23,8% del settore.

“Nel confronto europeo relativo al 2018 – rimarca il presidente di Confartigianato Moda Cesena, imprenditrice affermata del settore, Lorena Fantozzi – l’Italia si posiziona al primo posto in UE per numero di occupati nel settore della moda, registrando un aumento dello 0,5% rispetto all’anno precedente a fronte del -2,1% registrato dall’UE. La produttività delle micro e piccole imprese, in cinque anni, cresce in Italia del 10,6%; la performance delle MPI italiane della moda è migliore rispetto alle omologhe in Germania, la cui produttività per addetto aumenta del 5,5%. Gli ultimi dati disponibili indicano che nel primo semestre 2019 il made in Italy della moda continua a crescere, registrando un aumento delle esportazioni del 7,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e facendo meglio del settore Manifatturiero (+2,5%).

Tra i Paesi in cui cresce l’export Svizzera,Corea del Sud ,Stati Uniti e Giappone. Da sole le piccole imprese italiane esportano il doppio di quelle di Germania, Francia, Spagna e Regno Unito messe insieme. Nel quadro congiunturale, tuttavia, si registra una frenata della produzione del settore che, nei primi sei mesi di quest’anno, cumula un calo del 2,9%, più accentuata del -1,2% del manifatturiero.
Lorena Fantozzi, ha creato il marchio Lo&Lo, impresa di moda con stabilimento nella zona artigianale di Villalta di Cesenatico che esporta le sue creazioni in Francia, Russia, Cina, Giappone, Emirati Arabi, oltre a lavorare in conto terzi per grandi marche italiane.

“I nostri obiettivi principali come gruppo Moda Confartigianato – afferma la presidente di Confartigianato Moda Cesena Fantozzi – sono investire sul fare rete, valorizzare il vero Made in Italy, investire sulla formazione per non perdere maestranze e collaborare proficuamente con gli istituti professionali e il mondo della scuola in genere, puntare sull’aggiornamento professionale fondamentale per stare al passo coi tempi, affrontare con successo la sfida dell’internazionalizzazione in un mercato sempre più competitivo e selettivo”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Bloccarono i cancelli dell'azienda: "Per 14 lavoratori licenziamento definitivo, pronta la causa"

Torna su
CesenaToday è in caricamento