menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confartigianato lancia l'"sos autotrasporto": "Gasolio alle alle stelle e concorrenza sleale"

Il presidente Genedani ha illustrato il Decreto legge fiscale con lo stanziamento di 26,4 milioni per le spese non documentate del 2017

"Gasolio alle stelle, perdita di oltre il 60% della quota di mercato in dieci 10 anni dei vettori italiani, calo incessante delle imprese In Provincia di Forlì-Cesena dove operano 1.075 imprese di trasporto merci (equamente suddivise tra Forlivese e Cesenate) con una media di 2,8 addetti (contro il 3,7 dell’Emilia-Romagna ed il 4,2 del Paese) in calo di 500 unità negli ultimi cinque anni". Questo scenario ha fatto capolino all’assemblea di Confartigianato Trasporti Cesena, 250 iscritti, presente il presidente nazionale di Confartigianato Trasporti e Unatras Amedeo Genedani.

“Il settore degli ultimi anni è stato al centro di una rivoluzione. Nell’era della globalizzazione del servizi - osserva il presidente di Confartigianato Trasporti cesenate Valerio Cangini - si risente la concorrenza operata dei vettori stranieri, specie provenienti da Paesi extra-comunitari, con condizioni competitive nettamente più favorevoli. Con la liberalizzazione eccessiva negli ultimi anni, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea sui costi minimi, il mercato è sempre più caratterizzato da servizi al massimo ribasso e dal cabotaggio abusivo, esercitato da vettori provenienti da paesi stranieri a basso costo. Le nostre imprese regolari soffrono, molte hanno chiuso. L’innovazione tecnologica sta intanto modificando le modalità di fare trasporto: basti pensare ai nuovi veicoli ecologici, ai cronotachigrafi digitali, ai software per la gestione delle flotte in maniera intelligente e per la localizzazione satellitare dei veicoli”.

Il presidente Genedani ha illustrato il Decreto legge fiscale con lo stanziamento di 26,4 milioni per le spese non documentate del 2017, che rimedia a un errore ai danni i migliaia di piccoli autotrasportatori, che potranno modificare le dichiarazioni dei redditi. Nella legge di bilancio 2019, per Confartigianato Trasporti occorre scongiurare i tagli del 15% alle accise e stanziare risorse per sostituire veicoli  inquinanti. “Le priorità della categoria - sottolinea Cangini -  sono la ridefinizione dei costi minimi di sicurezza, i tempi di pagamento certi dei servizi entro i 60 giorni, più risorse per il rinnovo del parco veicoli, maggiori controlli dei vettori stranieri che fanno una concorrenza sleale ai nostri trasportatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento