Confartigianato lancia 7 misure emergenziali per mettere in sicurezza le attività

Il Gruppo di Presidenza cesenate: “Sono quelle necessarie per il sostegno alle imprese come loro stesse ci richiedono"

Sette misure emergenziali per mettere in sicurezza le attività dell’artigianato e gettare le basi della ripartenza. Le ha formulate Confartigianato che, unitamente alle oltre organizzazione economiche, le ha presentate al premier e ai ministri preposti. “Sono quelle necessarie per il sostegno alle imprese come loro stesse ci richiedono ed emerge nei videoincontri che stiamo promuovendo per accompagnare le imprese nell'emergenza – afferma il Gruppo di Presidenza Confartigianato Cesena -: intervento di ristoro a fondo perduto per le microimprese modulato in funzione della quota di fatturato perso e non in un importo uguale per tutti. Si tratta di una misura indispensabile: in marzo il fatturato è sceso del 57%, mentre ad aprile si tocca il 71%. Le altre misure sono lo spostamento delle scadenze fiscali almeno alla fine di settembre con una rateizzazione a dodici mesi (invece delle cinque rate previste con scadenza a giugno). Si chiede inoltre maggiore flessibilità per le perdite di bilancio 2020 e lo stop dello split-payment con cui lo Stato trattiene l’Iva togliendo liquidità alle imprese; la compensazione diretta e universale per debiti e crediti, la sospensione del codice degli appalti mantenendo quello europeo, l’assegnazione diretta per i lavori pubblici con importo fino a 150mila euro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Unitamente a queste misure Confartigianato  - aggiunge il Gruppo di Presidenza Cesena - chiede la riapertura anticipata in sicurezza per le attività ancora ferme a partire da parrucchieri ed estetiste, che hanno presentato rigorosi codici di autoregolamentazione, misura che serve anche a combattere la concorrenza sleale degli abusivi. A sostegno degli associati Confartigianato ha attivato il Fondo di solidarietà bilaterale artigiani Fsba, la cassa d’integrazione per i dipendenti di queste microrimprese, che ha già erogato cento milioni. E’ stato chiesto per questo fondo il rifinanziamento di un miliardo incluso nei 14 miliardi destinati al rifinanziamento degli ammortizzatori sociali, per altre nove settimane”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sensi e la fidanzata cesenate in tandem sul monopattino, la foto proibita su Instagram

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Il virus penetra in un'altra scuola superiore, tutta la classe in quarantena

  • Un altro caso di Covid in classe, positiva una bambina della scuola elementare

  • Col monopattino elettrico in autostrada, scusa incredibile del ragazzo

  • Coronavirus, nuovo caso a Bagno di Romagna: tamponi per i contatti stretti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento