Confartigianato: "l recovery fund toccano da vicino anche imprese territoriali"

“Serve  stabilizzare gli interventi previsti da Impresa 4.0 – aggiunge il Gruppo di Presidenza -  rendendoli ancora più a portata e a misura della piccola impresa"

l recovery fund toccano da vicino anche imprese territoriali. Lo rimarca Confartigianato Federimpresa Cesena. “Abbiamo un’occasione – osserva il Gruppo di Presidenza di Confartigianato Federimpresa Cesena -  per usare la discontinuità causata dalla pandemia per cambiare quel che non va. C’è un piano nazionale di ripresa e resilienza peri l quale Confartigianato ha rimarcato le priorità necessarie per sostenere la competitività delle piccole imprese a a cominciare da una riforma della Pubblica amministrazione davvero al servizio di imprenditori e cittadini e dalla riforma fiscale".

“Serve  stabilizzare gli interventi previsti da Impresa 4.0 – aggiunge il Gruppo di Presidenza -  rendendoli ancora più a portata e a misura della piccola impresa, facilitare l’accesso al credito, realizzare la riforma della legge quadro dell’artigianato per consolidare e irrobustire le imprese e rafforzarne la patrimonializzazione. Altrettanto important interventi per sviluppare le competenze, favorire la trasmissione d’impresa, rilanciare la piccola manifattura nei centri urbani, recuperare gli immobili di interesse storico ed artistico. Fondamentale, per Confartigianato, anche il sostegno all’internazionalizzazione del made in Italy, puntando sulla tutela dell’indicazione d’origine dei prodotti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Per attuare la rivoluzione verde e la transizione ecologica – aggiunge il Gruppo di Presidenza Confartigianato - , vanno resi strutturali tutti gli incentivi per le ristrutturazioni edilizie, garantire la durata triennale per il superbonus 100%, riqualificare in chiave green e mettere in sicurezza il patrimonio edilizio pubblico. La mobilità sostenibile impone la realizzazione di infrastrutture per il collegamento di persone, merci, informazioni, evitando però di penalizzare settori d’impresa come l’autotrasporto merci. Sul fronte  degli interventi per istruzione e formazione, ricerca e cultura, occorre rilanciare l’apprendistato come canale privilegiato di accesso al lavoro e di incentivare la formazione professionalizzante anche
investendo sugli Istituti tecnici superiori” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento