menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confartigianato incontra il sindaco: "Ok il Patto per lo sviluppo ma tempi certi e rendicontazioni"

nsieme alla presidente Daniela Pedduzza, al segretario Stefano Bernacci e al vicesegretario Giampiero Placuzzi erano presenti imprenditori eletti che hanno fornito sollecitazioni al sindaco

Un masterplan con tempi e rendicontazioni periodiche sugli obiettivi realizzati dal Patto per lo Sviluppo promosso dal Comune di concerto con le organizzazioni economiche e sociali. Lo ha chiesto il consiglio direttivo di Confartigianato Federimpresa Cesena al sindaco Enzo Lattuca in un incontro che si è tenuto giovedì sera 24 settembre alla sala convegni della sede cesenate di via Alpi.

Insieme alla presidente Daniela Pedduzza, al segretario Stefano Bernacci e al vicesegretario Giampiero Placuzzi erano presenti imprenditori eletti che hanno fornito sollecitazioni al sindaco. “Non chiediamo al Comune quello che non gli spetta fare - hanno rimarcato presidente e vertici direttivi – ma un'opera di facilitazione del fare impresa è nelle sue possibilità e prerogativa e in questo senso vanno concretizzati gli obiettivi del patto per lo sviluppo, dandosi delle scadenze. Non abbiamo neppure mai chiesto e non chiediamo finanziamenti a pioggia ma incentivi mirati che favoriscano progetti di innovazione e  sviluppo. I prossimi mesi saranno durissimi per le piccole imprese e non è possibile prevedere ora il livello di tenuta quando gli interventi di supporto si affievoliranno: di certo serve un ambiente che non le ostacoli. Confartigianato ha gestito 710 pratiche per gli ammortizzatori sociali riguardanti 3.600 lavoratori e già questo dato rende l'idea di una situazione straordinariamente complessa. Fra le azioni facilitatrici chiediamo l'omogenizzazione in senso semplificativo dei regolamenti comunali da parte dell'Unione”.

Confartigianato ha riconosciuto alla amministrazione l'efficacia con cui ha affrontato l'emergenza del covid, in particolare attraverso la concessione di suolo pubblico gratuito ai pubblici esercizi in centro, nonché lo svelenimento del clima rispetto alla scorsa legislatura. Il sindaco Lattuca, dal canto suo, ha presentato una bozza d'intesa sugli appalti che va in direzione di interventi che possano consentire la partecipazione delle imprese territoriali alle gare, alla luce delle modifiche al codice degli appalti contenute nel Decreto Semplificazioni e si è soffermato su digitale e sostenibilità ambientale come driver su cui indirizzare anche la progettualità territoriale in vista delle risorse che arriveranno col Recovery Found. Ha inoltre anticipato interventi di sgravio burocratico fra cui l'introduzione delle videochiamate per la richiesta di servizi da parte degli utenti del Comune. “Siamo la carrozza di un treno  - ha detto Lattuca – e lavoriamo per farla essere la migliore possibile, ma non è il Comune che determina e guida il corso economico”. Hanno preso la poi parola gli imprenditori artigiani Walter Baraghini, Ivano Scarpellini, Mario Picone, Marco Giangrandi e Andrea Mazzini. Al sindaco che ha auspicato interventi di riqualificazione delle aree produttive in termini di autosufficienza energetica è stata ribadita la forte esigenza di interventi coordinati per la sicurezza,a ancora fortemente avvertita anche se passata in second'ordine per via dell'emergenza del covid 19, con interventi  di analisi sistemica del rischio preventiva e predittiva da attuare nel territorio per far fronte ai reati predatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento