Economia

Confartigianato, gli psicologi aiutano gli imprenditori a ricostruire la fiducia

“Impresa vuol dire fiducia” è il titolo della azione formativa che Confartigianato Federimpresa Cesena 

Prosegue il percorso formativo di Confartigianato sulla dimensione psicologica  psicologica degli imprenditori alle prese con la convivenza con la pandemia. “Impresa vuol dire fiducia” è il titolo della azione formativa che Confartigianato Federimpresa Cesena ha avviato come prosecuzione del questionario impartito su come la pandemia  sta modificando il vissuto dell’imprenditore e la percezione che ha della realtà. “Gli interventi, a cura di esperti psicologi, pedagogisti e filosofi – spiega il segretario Stefano Bernacci - si strutturano con pillole formative in onda sul sito e i social di Confartigianato e confluiranno in un webinar che si tiene oggi  giovedì 6 maggio alle ore 17.30, in cui gli esperti dialogheranno con i nostri imprenditori.

Si tratta di un progetto innovativo di accompagnamento agli imprenditori per aiutarli a recuperare la fiducia nei confronti delle istituzioni e rafforzare quella sul lavoro e sulla famiglia . Gli imprenditori vengono sollecitati dagli esperti a ricaricare il loro atteggiamento e proattivo, nel difficile e non breve passaggio della pandemia”.

All'incontro moderato dal giornalista del resto del Carlino Andrea Alessandrini interverranno Daniela Pedduzza, del Gruppo di Presidenza di Confartigianato Cesena, i formatori Andrea Lascioli, psicologo, Giuliano Bergamaschi, pedagogista e filosofo e il consulente finanziario Michele Fabbri, copromotore dell'iniziativa.

“Abbiamo scelto come slogan 'Impresa vuol dire fiducia'  - aggiungel a presidente Pedduzza- riprendendolo da un vecchio carosello anni degli Sessanta dove al posto di impresa c'era il nome di un noto gruppo alimentare italiano. Le  “Pillole” sui nostri spazi social  sono video di tre minuti al massimo in cui gli esperti partner rispondono a quesiti precisi. Che sentimento è la fiducia e cosa significa fidarsi? Come costruire un approccio fiducioso e produttivo nei confronti della realtà? Che differenza c’è tra affidarsi di una persona, fidarsi della famiglie e dell’impresa, e fidarsi di una istituzione e organizzazione? Come innovare e rimodulare la fiducia in azienda ai tempi del Covid e come ricostruirla verso l’esterno, dallo Stato alle istituzioni e alla scuola?”.

La prima, a cura dello psicologo Andrea Lascioli si intitola “Il fattore fiducia”, la seconda, terza e quarta, a cura del pedagogista e filosofo Giuliano Bergamaschi, rispettivamente “La fiducia generativa”, “Ristrutturare la visione” e “Tra profitto e coinvolgimento”. "Con il webinar  di oggi - concludono il segretario e la presidente di Confartigianato Cesena  chiuderemo questa prima parte del percorso che proseguirà tutto l'anno, con l'auspicio che l'effettuazione incisiva della campagna di vaccinazione contribuisca  a definire un nuovo e più  rassicurante scenario e la traversata abbia un rassicurante approdo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato, gli psicologi aiutano gli imprenditori a ricostruire la fiducia

CesenaToday è in caricamento